FRANCIA 1800: IUS ??

Se desiderate ritrovare antenati o parenti emigrati all'estero nei secoli scorsi, postate qui i vostri appelli.

Moderatori: Collaboratori, Staff

Rispondi
tigullio2cv
Livello1
Livello1
Messaggi: 189
Iscritto il: mercoledì 16 maggio 2012, 9:37
Contatta:

FRANCIA 1800: IUS ??

Messaggio da tigullio2cv »

Sto effettuando ricerche su famiglie emigrate nell'800 in Francia.
Ho notato che i figli nati in Francia da migranti venivano chiamati alle armi il che mi fa pensare che vigesse un IUS SOLI e essendo nati in Francia fossero automaticamente francesi (da qualche parte ho letto al compimento della maggiore età)
La leva era al compimento dei 20 anni. Così anche la maggiore età?
Per gli emigranti invece mi pare di capire che occorresse un decreto.
Avete maggiori ragguagli in merito e sapete se esistono online i registri di queste cittadinanze ?
Grazie
Franz

DominiqueBOTTA
Livello1
Livello1
Messaggi: 27
Iscritto il: sabato 15 febbraio 2020, 15:19
Località: Tours (Francia)
Contatta:

Re: FRANCIA 1800: IUS ??

Messaggio da DominiqueBOTTA »

Buongiorno
In Francia, da 1804 a 1907, la maggiore civile era 25 anni ma la leva era alle 20 anni
Da 1907 a 1974, la maggiora era 21 anni e 18 oggi.

Alcuni dettagli trovati sul sito del Ministero dell'Interno

https://www.immigration.interieur.gouv. ... -francaise

Legge del 7 febbraio 1851

Questa legge segna una svolta nella nostra legge sulla nazionalità. Si introduce il doppio diritto del suolo per ragioni essenzialmente militari.

Quindi, è francese dalla nascita, il bambino nato in Francia da uno straniero che è nato lì. Può, tuttavia, ripudiare la cittadinanza francese nell'anno successivo alla sua maggioranza.

Legge del 26 giugno 1889

Questa riforma è contemporanea alla legge del 15 luglio 1889 sul servizio militare.

Deriva da una preoccupazione per la difesa nazionale. Riduce, ad esempio, il diritto dell'individuo di scegliere la propria nazionalità nei casi che rientrano nello jus soli.

Entriamo quindi nell'era moderna della nazionalità:
adozione del doppio diritto alla terra senza il diritto di ripudiare la nazionalità francese,
acquisizione della cittadinanza francese attraverso la semplice legge del suolo secondo tre possibilità:
opzione dalla nascita all'età di 23 anni,
presunta opzione risultante dal domicilio dell'interessato in Francia all'età di 21 anni, a meno che non declini la cittadinanza francese entro un anno dal raggiungimento della maggiore età,
opzione tacita attraverso la partecipazione alle operazioni di censimento.
unità di nazionalità: la moglie segue la condizione del marito (artt. 12 e 19 C.C.). Così la donna francese che sposa uno straniero perde la cittadinanza francese e, al contrario, la donna straniera che sposa un francese acquisisce la nazionalità del marito (per il semplice fatto del matrimonio). Gli stranieri che sposano una donna francese devono richiedere la naturalizzazione per ottenere la cittadinanza francese.
creazione della procedura di reinserimento nella cittadinanza francese per decreto (con esenzione dal tirocinio) per sostituire in qualche modo il "diritto al ritorno" della vecchia legge.
creazione dell'effetto collettivo legato alla naturalizzazione del padre straniero (con facoltà di ripudio per il figlio beneficiario nell'anno successivo alla sua maggiore età).

tigullio2cv
Livello1
Livello1
Messaggi: 189
Iscritto il: mercoledì 16 maggio 2012, 9:37
Contatta:

Re: FRANCIA 1800: IUS ??

Messaggio da tigullio2cv »

Grazie per le esaurienti spiegazioni.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 14 ospiti