Rota Fortunae

Postate qui le vostre richieste d’aiuto, chiarimenti o informazioni per le proprie ricerche genealogiche. Tutti sono invitati a dare il loro contributo.

Moderatori: mmogno, Staff, Collaboratori

paroni1569
Livello1
Livello1
Messaggi: 217
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 17:46
Contatta:

Rota Fortunae

Messaggio da paroni1569 »

Sistemando un po' di fotografie dei registri, ho notato che ci sono degli atti che sono "estranei" alla comunità di riferimento. Si tratta di quei battesimi, matrimoni e decessi di persone che si trovavano in un certo luogo per lavoro (pochi giorni o qualche anno) o per altre casualità, ma le cui origini erano da tutt'altra parte.

Molto spesso le ricerche si bloccano anche per questo motivo. Così, ho pensato di creare una discussione, Rota Fortunae, dove ognuno di noi possa contribuire segnalando atti che abbiano questa caratteristica, sperando che sia d'aiuto a qualche fortunato.

Il mio primo contributo parte da lontano. Si tratta di battesimi amministrati in Lugo (RA)

RAINALDI Fulvio Pellegrino, di Ercole e di Giulia Gandolfi (Ferrara): 8 Maggio 1583
CARANDINI Bianca, di Paolo (modenese, Governatore della Romagna) e di Claudia Ferrari (Cento): 15 Maggio 1583
CARANDINI Paolo, di Paolo (modenese, Governatore della Romagna) e di Claudia Ferrari (Cento): 12 Febbraio 1585
PIANTA Antonia, di Fabrizio (Vicario di Lugo) e di Caterina Crispi: 24 Agosto 1585
PIANTA Giovanna, di Fabrizio (Vicario di Lugo) e di Caterina Crispi (Trino di Monteferrato): 14 Dicembre 1587
CAULI Foschilaria, di Marco Antonio (napoletano) e di Lorenza Scarpellini (comedionta da Città di Castello): 16 Febbraio 1603

Avatar utente
bigtortolo
Staff
Staff
Messaggi: 5367
Iscritto il: venerdì 14 novembre 2008, 10:42
Contatta:

Messaggio da bigtortolo »

Dai libri parrocchiali di Asigliano Vercellese:

ZORTA 1632
Maria figliola bastarda di Francesco detto il Napolitano et di Bernardina moglie del fu Gioanni Maria ZORTA di Mortigliengo, nata e battezata li 19 maggio 1632 il Compadre è stato mastro Francesco Constanzo

MASINO/MASSINO 1636
Il Sig.r Capitano MASSINO del reggimento di …... sepolto li 5 Genaro

TONETTI 1636
Pietro TONETTI del luogo di […] Alfiere della Compagnia del Sig.r Capitano Mombarsin nel reggimento del Sig.r colonnello delli […] è sepolto li 10 fibraro

SERRA 1645
Anna Maria figlia di Antonio di ...... et di Antonia SERRA dell’Alessandrino dice lei esser moglie del sudetto ma per informationi di persone del suo paese per certo si tiene che la detta Anna Maria sia naturale; è stata battezzata li 12 luglio 1645. Padrino è stato Pietro Bonino

CAMPANA 1710
Gioan Battista Campana da Peveragno, milite nel corpo di Artiglieria di Savoia, è sepolto nel cimitero parrocchiale il 29 Aprile.

CABIA’ 1739
Giuseppe Maria, figlio di Domenico Cabià da Frassinè d’Olivola, diocesi di Casale, di circa 15 anni, annega il 31 Luglio.

FABRIA 1742
Andrea Eusebio Fabria, d’anni 18 circa, custode di bestie, fu ucciso dalla casa che crollò nottetempo li 16 Novembre, e il giorno 18 dello stesso mese fu sepolto nel Cimitero della Chiesa parrocchiale.

UNIA/FIORITO 1746
Gioanni Maria Unia, figlio del fu Andrea, del villaggio di San Benigno presso Cuneo, soldato nel Reggimento di cavalleria di S.R.M. chiamato dei Dragoni della Regina, residente in questa Diocesi, vedovo per la morte della fu Gioanna Margarita Fiorita sua legittima moglie finchè visse, ed Anna Maria Alberta figlia del fu Gioanni del luogo di Tricerro della Diocesi di Casale, tuttavia residente dall’infanzia in questo luogo, ottenuta dispensa dal nostro Vescovo tanto per le tre denuncie prescritte dal Sacro Concilio Tridentino, quanto dal tempo in cui è vietato dalla Chiesa contrarre matrimonio, ricevuto da me sottoscritto il mutuo consenso d’ambo le parti contraenti, presenti i due testimoni, cioè Eusebio Picco e Francesco Pondrano, il 4 Gennaio 1746 per verba de praesenti contrassero matrimonio davanti a Santa Madre Chiesa.

BOCIETTO 1752
Gioan Battista Bocietto detto Titino, di Valle S. Nicolao, muore il 17 Giugno colpito da un accidente mentre raccoglie meliga alla cascina Ruscarone.

FASCE’ 1753
Gioanna Maria Fascè, di circa 25 anni da Villadeati, nel salire sull’albero per raccogliere foglie per i bachi da seta, cadde e morì immediatamente senza aver potuto ricevere alcun sacramento; il giorno dopo, cioè il 14 di Giugno, fatte le usuali esequie, fu tumulata nel cimitero di questa Chiesa parrocchiale.

VENTURINO 1778
5 di Maggio, Domenica Venturino, profuga sulla terra, morì quand’era di circa 18 anni, senza confessione, ricevuta l’estrema unzione, l’anima raccomandata a Dio, il suo corpo dopo messa privata ed officio funebre svolti gratis fu riposto nel cimitero.

BORGIO 1778
1° Dicembre, Giuseppe Antonio Borgio della Lomellina, abitante in questo luogo in qualità di servitore, ucciso di notte con armi contundenti, morì senza sacramenti, ed il suo corpo, dopo la messa privata e le esequie, fu sepolto nel cimitero.

GILISPERTO 1781
Giovanni Gilisperto, convertito dal calvinismo alla religione cattolica, abitante di Asigliano da molti anni, morì, ed il suo corpo è sepolto nel cimitero.

BIADA 1787
9 Marzo, Giuseppe Biada di Ivrea, figlio di un soldato del reggimento Lombardia, di quasi 5 anni morì, mentre viveva presso i coniugi Francesco e Maddalena Cerrano per essere allevato, ed il suo corpo è sepolto nel sepolcro dei fanciulli.

SALA 1809
Bartolomeo Sala del fu Pietro Antonio da Vische, diocesi di Ivrea, di anni 60 circa, muore annegato

GORRO 1816
Antonio Gorro fu Giuseppe da Santhià, di professione pescatore, di circa 40, anni, scivolato nei flutti, muore il 23 Aprile.

GAINO 1818
Giovan Battista Gajno del fu Ambrogio da Cartosio Acquense, d’anni 75, morì colpito da sincope il giorno 15 Giugno 1818 e fu sepolto il giorno successivo. Cattarina moglie dello stesso, di anni 69, seguì il coniuge il giorno dopo munita dei sacramenti, e così come si amarono in vita, così in morte non sono separati. Il giorno 17 fu sepolta nel Cimitero accanto al marito.

CASSIANO 1821
Avventino Cassiano, dall’Ospizio di Novara, servo dalla giovane età di Marcello Ceppa da Carciago, vivente in questo luogo da cinque mesi, di circa 17 anni di età, nel nuotare tra i flutti trova la morte il giorno 17 di Giugno di quest’anno 1821; il giorno successivo fu sepolto nel Cimitero Parrocchiale.

ASTA 1823
NN Giuseppe, figlio di Francesca Maria Asta del fu Giuseppe di Pessengo (padre ignoto) della diocesi di Casale, nato li 7 luglio 1823, e lo stesso giorno dal Signor Don Bernardo Picco, su mia delega, fu battezzato.

ACCOMAZZO 1824
Acomazzo Teresa del fu Antonio, vedova di località e diocesi incerti, d’anni 34 circa, soggetta a morbo caduco, scivolata in acqua morì senza sacramenti il giorno 18 di Settembre 1824, e il giorno seguente fu sepolta nel Cimitero Parrocchiale.
Vittore

Avatar utente
bigtortolo
Staff
Staff
Messaggi: 5367
Iscritto il: venerdì 14 novembre 2008, 10:42
Contatta:

Messaggio da bigtortolo »

Altre fugaci presenze:
Liber baptizatorum Asigliano V.se
GITERRANA 1626
10 Dicembre - Giovan Battista figlio di Mateo Giterrana e di Lucia sua moglie quivi habitanti, compadre Rinaldo Bellone.


Protocolli e copialettere (Asigliano V.se)
SALA 1809
21 Febbraio - Notificato al Maire di Tricerro il ritrovamento del cadavere di Sala Barthelemi, cordaio residente in Tricerro, morto annegato in una bealera di Asigliano.

TIBALDI 1810
3 Dicembre - Furto a danno di Tibaldi Jean di Camagna, dipartimento di Marengo, ad opera di due ladri armati uno di pistola, l’altro di coltello, lungo la strada che da Vercelli conduce a Stroppiana, in regione Cagnola.

BOSIO 1825
Dicembre - Domenico Bosio del fu Giuseppe, nativo di Olivola, viene rilasciato dalle carceri di Vercelli.

CAPELLA 1827
20 Gennaio - Tale Capella Artemisia d’Asti presenta al Sindaco Chiocchetti Guglielmo un’infante che dice esserle stato maliziosamente consegnato circa due ore prima da una donna sconosciuta, mentre era di passaggio in paese e si stava riposando lungo la strada tra l’abitato e il rione Cantone, con la scusa di dover soddisfare certi bisogni naturali, ed insistette affinchè glielo tenesse in braccio. Non appena Artemisia l’ebbe tra le braccia, la sconosciuta se ne fuggì dicendo: o per amore o per forza, ma bisogna che lo tenghiate, e non ricomparve più, quantunque aspettatata per più di un’ora e mezza. Fatto spogliare detto fanciullo, risultò essere di sesso femminino, di circa due anni, motivo per cui il Sindaco stimò di non farlo battezzare.

ACTIS OREGLIA 1835
15 Aprile - Il 12 Marzo viene istruito un processo criminale per grassazione contro contro Actis Oreglia Giovanni Antonio di Caluso (provincia di Ivrea), arruolato il 20 Ottobre 1833 nel Reggimento Novara Cavalleria e di presidio alla Venaria, in surrogazione di Varalda Giovanni Antonio, coscritto della classe 1813. Il Varalda viene ingiunto al pagamento di 600 £ dovute a termine del Regolamento Generale delle Leve. L’Actis Oreglia disertò dal Reggimento, ma nel periodo in cui era in attività di servizio, di quando in quando molestava Varalda con la pretesa di un residuo di 600 £ a lui dovute. L’asiglianese riesce a dimostrare d’aver pagato, mediante altri versamenti, oltre alle dette £ 600, più del pattuito per farsi rimpiazzare.

DEBERNARDI / PERRACINO 1837
18 Agosto - Certo Debernardi Giovanni Andrea di Eusebio e di Perracino Margarita di Occimiano, bovaro al servizio dei fratelli Giovanni ed Eusebio Ferraro, noto per essere persona dedita alle osterie e provocatore di risse, nella serata del 15 corrente, dopo aver assistito a un festino in casa di Eusebio Morano, ingiuriò per futili motivi Biagio Pondrano di Antonio, Giovanni Costanzo di Costanzo, Simone Varalda di Francesco ed altri, minacciandoli anche con un coltello estratto dalla scarsella.

ANGELINO / SGARAMBOSIO 1837
21 Settembre - L’Ufficio di Polizia chiede informazioni su Pietro Angelino, nativo della Badia di S. Nazzaro, sposato con Maria Sgarambosio, sospettati di vendere oggetti di provenienza furtiva nella loro merceria.

GIORLA 1839
3 Settembre - Verso le 8,30 di sera del 22 Stefano Brusa fu Bernardo, senza alcun motivo, minaccia con un coltello gli avventori dell’osteria dei Tre Re, gestita da Giovanni Degrandi. L’oste, intervenuto per calmarlo, riceve un coltellata di striscio all’inguine sinistro. A dar man forte al Brusa figura anche il fratello Andrea; i due si accaniscono in particolare contro Giorla Giovanni Battista di Pettinasco, da pochi giorni garzone muratore presso il capomastro Antonio Fancelli. Il malcapitato è preso per il collo e minacciato a mano armata. Lo Stefano Brusa ha fama d’essere provocatore di risse e di girare sempre armato di coltello.

CONTI 1844
18 Marzo - Il mendicante Conti Luigi fu Giuseppe di Tortona, un fanciullo orfano dei genitori, mentre si trovava nella mattinata di qualche giorno prima sotto al forno comunale della Villa, ricevette per elemosina un pane di frumento da Maddalena Vigino moglie di Eusebio. Il fornaio Ferraro Carlo fu Antonio tentò di convincere il medicante a scambiare il pane ricevuto con un altro di meliga, asserendo che l’avrebbe diviso con altri fanciulli. Al rifiuto del Conti, ricevette dal fornaio due pugni nella schiena e si mise a piangere per il dolore. Non contento il bruto afferrò un tridente al rovescio e gli diede due bastonate. Il poverino, fatti pochi passi svenne, e fu ricoverato nella stalla di Picco Giuseppe. Visitato dal chirurgo Borgogna, sembrò essere cosa di poco conto ma, vedendo che lo sventurato andava di giorno in giorno peggiorando, si stimò bene di farlo ricoverare all’Ospedale.

DEMARCHI 1853
27 Dicembre - Nella notte di ieri, alle ore undici, nel cortile dell’osteria del Caval Bianco, un certo Demarchi Giovanni, negoziante di Cantalupo, viene derubato d’un quantitativo di raso bianco del valore di 50 £, di tre sacchi di tela e della coperta del mulo. Il derubato sospetta di tale Giovanni, soldato provinciale in congedo illimitato.

RIVERO / RIVETTO / LARIZZATE / PALLEA 1862
16 Novembre - Il Sindaco sottopone al Sottoprefetto del circondario di Vercelli un caso dubbio in materia di leva militare. Coggiola Giuseppa, al servizio del notaio Tarchetti di Pertengo, sposò il pertenghese Larizzate Giacomo, soprannominato Rivetto. La Coggiola, a causa dei maltrattamenti del marito, fu costretta a separarsi dal medesimo e cercarsi un altro padrone. Il 17 Gennaio 1842, in una cascina a poca distanza da Popolo, sobborgo di Casale, partorì un figlio che venne battezzato nella parrocchia di Popolo con il nome di Giuseppe. La prescritta dichiarazione fu fatta al Parroco da Antonia Pallea, madrina e padrona della cascina dove nacque il fanciullo. La Pallea, non conoscendo il vero cognome del padre, al lei noto solo con il soprannome Rivetto, dichiarò il soprannome per cognome, e il Parroco lo registrò come Rivero, anzichè Larizzate. Qualche tempo dopo detto figlio fu esposto, e dopo alcuni anni ritirato dall’Ospizio di Carità di Casale dalla madre, presso cui ora convive. Il Sindaco chiede pertanto quale sia l’atto occorrente per rettificare l’errore commesso, ovvero se basti una dichiarazione della Giunta Municipale, oppure serva una dichiarazione giudiziale, o piuttosto esaurire il prescritto dall’art. 9 del regolamento per la tenuta dei registri di Stato Civile, approvato con Regie Lettere Patenti del 20 Giugno 1839, e attende la risoluzione adottata prima dell’estrazione, che avrà luogo il 21 corrente mese.

REGUGLIA / ARBINI 1866
26 Gennaio - Alle quattro del mattino una pattuglia di guardie campestri, mentre stava in agguato per sorprendere ladri di legna, arresta due contrabbandieri, identificati come Reguglia Giovanni Maria di Paolo, diciassettenne nato e domiciliato a Lonate, circondario di Abbiategrasso, che aveva con se sei boette di tabacco rapato, otto mazzi di sigari di Virginia e sei pacchi di tabacco da fumo per un peso totale di 8,8 Kg., e Arbini Giuseppe di Domenico d’anni 21, nato e domiciliato nel luogo anzidetto, il quale portava 20 Kg di tabacco da fumo. Un terzo riuscì a svignarsela. L’arresto fu operato in vicinanza del catino n.° 29 sulla strada ferrata da Vercelli a Casale.

ROVAGNO 1879
10 Settembre - Il Sindaco informa il collega di S. Damiano d’Asti e il Sottoprefetto che gli operai di Asigliano che avrebbero dovuto sostituire quelli assoldati da Rovagno Domenico di S. Damiano d’Asti per il taglio del riso alla cascina Ruscarone, grazie alla carità e filantropia di alcuni proprietari del paese, vennero convenientemente occupati per gli imminenti lavori autunnali, sicchè ogni disordine pare scongiurato. Gli operai del Rovagno possono pertanto recarsi alla cascina predetta sicuri di non venire molestati.

ANDREONE 1879
19 Settembre - Il Sindaco informa il Sottoprefetto di Casale Monferrato che nella notte tra sabato 13 e domenica 14, un certo Andreone Luigi da Vignale, dimorante a Lu, fu derubato di un paio di scarpe, di pantaloni nuovi, di una falce/ranza, di un sacco nuovo di tela a righe rosse, di un martello e piccola incudine, di un què e di una pietra molasia, mentre dormiva della grossa su un fienile di certo Ferraro Giovanni proprio assieme al derubatore, poichè svegliandosi non gli era più accanto. Da indagini praticate sarebbe risultato che il ladro altri non possa essere che un tale di Occimiano, dimorante da circa tre anni in Casale in contrada Ala, soprannominato Storto, difettoso negli occhi, senza però conoscere il nome.

AMBROSIO 1886
20 Dicembre - Nella notte del 14 andante le guardie campestri arrestarono, quale sospetto dei recenti furti di pollame, certo Ambrosio Ferdinando di Piverone. L’individuo era ricercato per essere inviato al domicilio coatto alle isole Tremiti.

STAIOLO 1887
7 Novembre - Verso le ore 10 pomeridiane di ieri certo Staiolo Pietro fu Carlo, nativo di Cantalupo Ligure e qui residente, venne trascinato dalla pubblica piazza fin sotto la tettoia del peso pubblico, e colpito alla regione occipitale con un corpo contundente, causandogli una ferita guaribile in otto giorni. Gli individui riconosciuti dallo Staiolo erano: Fasano Pietro fu Ignazio, falegname di anni 25, Caprillo Giovanni Andrea di Francesco, contadino di anni 20, e Dellarole Eusebio di Battista, contadino di anni 20. Il ferito, interrogato, non seppe spiegare il motivo dell’aggressione, non avendo mai avuto a dire con detti individui, il che gli fa dubitare di essere stato scambiato con altra persona.


TOSINI / PLATINETTI / BIGLIERI 1890
27 Settembre - Lettera al Presidente della Deputazione Provinciale di Novara: «Nel giorno 25 c.m. la contadina Tosini Daria dei furono Secondo e Maria Biglieri, nata a Borgo S. Martino il 22 Gennaio 1860, e da oltre otto anni residente in paese, dava alla luce nella Maternità di Vercelli una bambina alla quale furono posti i nomi Rosa Maria. La Tosini, sebbene legalmente coniugata con certo Platinetti Pietro, vive però da ben otto anni lontana dal marito che la abbandonò, e si ignora perfino se il medesimo sia ancora in vita, per cui il neonato non può essere che illegittimo. La detta Daria Tosini si trova in uno stato di vera e assoluta indigenza e non può in verun modo provvedere all’esistenza del suo neonato, dovendo già pensare al mantenimento di altri tre figli; dimodochè sarebbe cosa necessaria e più che prudente che l’infante da lei testè nato venisse ammesso nell’Ospizio Provinciale degli Esposti eretto nella Città di Vercelli, come essa stessa ardentemente desidera.»

CIUFFARDI 1896
25 Novembre - Il giorno 23 giunge in Asigliano certo Ciuffardi Pietro di Battista, nativo di Viano, circondario di Massa, destinato dalla Corte d’appello di Genova a scontare due anni di confino in paese per condanna avuta per i moti in Lunigiana. Il Sindaco segnala al Procuratore del Re l’ineguatezza della destinazione, stante che il Ciuffardi è minatore di mestiere, e qui non potrebbe trovare lavoro alcuno, come d’altra parte accade ai braccianti locali, senza occupazione per due terzi dell’anno, dimodochè sono costretti ad emigrare a frotte, per non languire nella miseria.
Vittore

paroni1569
Livello1
Livello1
Messaggi: 217
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 17:46
Contatta:

Messaggio da paroni1569 »

Dai libri parrocchiali di Fusignano (RA)

CORTESI - 13 Dicembre 1661
Bartholomaeus CORTESI di Lugo, abitante a Fusignano, aetatis suae annorum 40 circiter

BOLOGNESI - 3 Giugno 1682
Simon BOLOGNESI, ex Territorio Bagnacaballi, Fusignani habitator, aetatis suae annorum 33 circiter, violenti morte quopropter (….?) sibi inflicta ex hac vita migravit omnibus prius Ecclesiae Sacramentis munitus et sepultus fuit in hoc Coemeterio.

GUIDOTTI - 24 Novembre 1682
Joseph GUIDOTTI, satelles (guardia del corpo) de Statu Ferrariensi, aetatis suae annorum 45 circiter, Sacramentis Confessionis et Extremae Unctionis prius munitus, sed absque SS.mo Viatico ob tussis impedimentum, obijt et sepultus fuit in hoc Coemeterio

FORNARI - 12 Agosto 1767
Jacobus FORNARI, vulgo aeneatore (trombettiere) Ravennatensis vagus (errabondo), 53 annos natus, pridie in hoc Divi Rocchi Ospitali obijt solo Paenitentiae Sacramento munitus, reliquis destitutus ob intempestivam mortem, et sepultus fuit in hoc Coemeterio

RASPONI - 17 Settembre 1794
Ill.ma D.na Elisabeth Antonia Oliva, f.a Ill.mi Comiti Joannis Baptistae RASPONI Ravennatensis ac Nobilis D.nae Elenae Foscarini Venetae (…?), in Paraecia S. Antonii Abbatis ex Maseria ob testamentum morantium, aetatis suae (non indicata), ad Superos evolavit et sepulta fuit in Ecclesia S. Joannis Baptistae Fusignani, sine praejudicio Rev.di D.ni Parrochi Maseriae

CANUTI - 15 Aprile 1799
Joseph, f.us quondam Christophori CANUTI, qui fuit coniux Catarinae Savorelli, ex Paraecia S. Prosperi et Territorij de Lugo

RICCI - 2 Febbraio 1808
Barbara, f.a Dominici RICCI, ex Lugo, quae fuit uxor quondam Petri Cortesi, aetatis suae annorum 36 circiter

12 Novembre 1810
Essendo capitati da questa parte sette disertori francesi, fu avvisata la Gendarmeria di Lugo, la quale ritrovavasi da queste parti e, dandogli dietro, li raggiunsero in un luogo detto Grattacoppa Parrocchia di Masiera, e nata zuffa tra le parti, due dei detti disertori restarono feriti a morte, e portati in questo Ospitale di S. Rocco. Uno morì fra poche ore munito del solo Sacramento dell’Olio Santo perché non parlava di sorte alcuna; l’altro poi morì il giorno appresso confessato, e communicato, e però si notano in questo libro con quelle notizie, che si sono potute avere. (Cesare Baldini Arciprete scrisse).

N.N. militare disertore dell’Armata Francese, colpito da un colpo dì archibugio nella Parrocchia di Masiera in luogo detto Grattacoppa, morì il dì 10 9bre alle ore 6 pomeridiane nell’Ospitale, e fu sepolto nel Cimitero. (militare disertore)

TAFFANELLI Valentino, figlio di Battista di Bassano e della Santina Ripanita della Città e dello Stato Veneto dell’Orsolina Parmata di Arosa, morì nell’Ospitale colpito da un colpo d’archibugio come sopra, il dì 11 9bre all’ora prima pomeridiana, disertore e fu sepolto nel Cimitero. (militare disertore, e contava l’età d’anni 26)

BRUSI - 16 Novembre 1811
BRUSI Petrus, f.us quondam Aloysii, ex Lugo, et viventis Dominicae Mariae Martoni, qui fuit coniux viventis Thomasiae Monti, aetatis suae annorum 20 circiter, omnibus Ecclesiae Sacramentis prius refectus, obiit et sepultus fuit in Coemeterio. (barbiere al Castello)

ROMAGNOLI - 21 Maggio 1815
ROMAGNOLI D.na Romualda ex Ravenna, f.a q.m Dominici et Theresiae Ravaglia, quae fuit uxor q.m Pauli Barittoni, mortui die 27 Januarii 1814, omnibus Ecclesiae Sacramentis prius refecta, obiit et sepulta fuit in Coemeterio. (possidente sul crocivia della cinque vie)

SEVEROLI - 7 Ottobre 1822
SEVEROLI. Il fu Ill.mo Sig. Conte Filippo, figlio dell’Ill.mo Sig. Conte Giacomo Severoli Patrizio Faentino e della Sig,ra Marchesa Livia Rondinelli Ferrarese, in occasione di essere a villeggiare a Fusignano nel suo casino fuori di Fusignano, la mattina delli 6 Ottobre 1822 circa alle ore 10, passò all’altra vita, così si fecero la mattina seguente solenni esequie e fù sepolto, come si dice, con (…)

Fù in vita condecorato così. Fù Tenente Maresciallo al servizio di Sua Maestà l’Imperatore d’Austria, Comandante della Corona Ferrea, Comandante della Legione d’Onore, Comandante dell’Ordine Costantiniano di Parma e Cavagliere di Seconda Classe del Ordine della Corona di Ferro Austriaca.
Terminate le solenni Esequie, in Chiesa Arcipretale fù riportato a Casa solennemente accompagnato e colle debite facoltà fù sepolto nella Chiesina di Sant’Angelo Costode situata entro il recinto di questa Arcipretale di Fusignano Oratorio Pubblico gentilizio di Casa.

In un foglietto scritto da mano a me sconosciuta si legge: “Il Sig. Conte Filippo Generale Severoli, è morto in Fusignano la prima Domenica di Ottobre dell’anno 1822, in età d’anni 60, e fu sepolto nella sua chiesa, al funerale del quale vi erano Preti 128, e Chierici 30, con tutte le Confraternite del Paese.

Avatar utente
Okbash
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 421
Iscritto il: giovedì 26 maggio 2011, 17:31
Località: Milano
Contatta:

Messaggio da Okbash »

La mia è più una curiosità, ma non si sa mai che non possa rivelarsi utile.

CHARLOT 1799
Margarita Eleonora Charlot, battezzata a Maleo (bassa lodigiana) il 1° aprile 1799, figlia del comandante del 6° reggimento degli Ussari Aloysius [Louis] Charlot e di Maria Aloysia Margarita Prevost. Metto anche un'immagine dell'atto di non facile interpretazione, la comunicazione tra il parroco di Maleo e il gruppo di francesi deve essere stata problematica...

Immagine
Gianpiero 1956 < Alessandro 1924 < Piero 1896 < Luigi 1864 < Alessandro 1831 < Luigi 1789 < Alessandro ~1760 < Bassiano ~1730 < Alessandro? ~1700

Tegani
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 782
Iscritto il: martedì 4 giugno 2013, 22:09
Contatta:

Messaggio da Tegani »

Se qualcuno non ha notizie del proprio antenato

GIORGIO Q. MARCO LESSI

di Boscochiesanuova (VR), sappia che il 23 agosto 1569 ha fatto testamento a Gallio (VI), dove probabilmente è morto, essendo stato gravemente ferito da un orso.
Io 1975>Papà 1944>Nonno 1914>Giuseppe 1889>Pietro 1861>Antonio 1824>Lorenzo 1794>Antonio 1762>Giovanni 1720>Domenico 1679>Bartolomeo 1647>Domenico 1615>Bartolomeo 1583>Nicolò 1556>Bartolomeo 1495 ca>Nicolò 1470 ca>Polo 1440 ca>Nicolò 1410 ca

Avatar utente
bigtortolo
Staff
Staff
Messaggi: 5367
Iscritto il: venerdì 14 novembre 2008, 10:42
Contatta:

Messaggio da bigtortolo »

Altri forestieri morti ad Asigliano V.se

SPINELLI 1686
Ambrogio di Treville (Monferrato) anni 40 m. 23 Maggio

FURNO 1687
Giulio Amedeo mendicante di Carmagnola anni 17 m. 23 Febbraio

BALMA 1687
Anna di Roboretto valli di Luserna un tempo eretica anni 40 m. 23 Marzo

GRAJA 1687
Giovanni figlio di Giacomo un tempo eretico della Valle di Luserna anni 18 m. 1 Maggio

PIOVANA 1687
Giovanna Piovana di Pramollo di Lucerna un tempo eretica anni 40 m. 26 Maggio

ARNONDETTO (lettura incerta) 1687
Michele figlio di Michele e Caterina delle valli di Luserna anni 24 m. 31 Maggio

PRAMOL 1688
Domenico Agostino viandante della Savoia 40 anni m. 20 Giugno

PORTA 1692
Teodoro mendicante milanese anni 20 m. 4 Marzo

FINETTA 1693
Maria figlia di Luigi di Margrano diocesi di Acqui anni 30 m. 1 Marzo

BRUN 1693
Claudio di Morzine in Savoia romito presso chiesa campestre di S. Vittore m. 9 Marzo

CIGNA 1694
Bernardo di Pollone viandante m. 19 Febbraio

PORRO 1694
Giovanni Antonio figlio di Giovanni Carlo milanese anni 10 m. 5 Agosto

TOVALINO 1695
Caterina figlia di Fortunato tortonese anni 9 m. 26 Aprile

FRANCHELLO 1695
Giovanni Antonio di Bandonetto (lettura incerta) anni 35 m. 20 Giugno

MASSAROTTO 1696
Giovanni Battista di Varallo anni 30 m. 8 Febbraio

CITTERIO 1696
Francesco anni 60 m. 2 Luglio

PERRUCCINO 1696
Domenico della valli di Pont (Canavese) anni 20 m. 23 Ottobre

PAVONE 1697
Caterina mendicante di Gaballiano anni 60 m. 17 Febbraio

ANGELETTI 1697
Giovanni Giacomo figlio di Antonio della valle di Biona anni 20 m. 21 Febbraio

MASSAROTTO 1697
Anna di Varallo anni 60 m. 11 Marzo

MASSAROTTO 1698
Giovanni Battista figlio di Gaspare Massarotto mugnaio di Varallo anni 6 m. 22 Marzo

MARTA 1698
Giovanni Mattista luganese anni 38 m. 17 Novembre

GRILLO 1702
Carlo Giuseppe di Carpenetto Acquense anni 24 m. 5 Settembre

FRANCHELLO 1710
Giovanni di Bardenetto anni 40 m. 30 Marzo

BAC/BEC 1713
Giacomo di Bousson nel Delfinato anni 28 m. 19 Ottobre

SANTI 1716
Margherita di Bergamo anni 59 m. 22 Marzo

CAVANA 1718
-Angela Maria figlia di Luca di Morbello anni 28 m. 1 Gennaio
-Agnese f. di Luca anni 12 m. 28 Luglio

PIAZZO 1719
Lorenzo di Moncalvo anni 25 m. 4 Giugno

DELFINO 1720
Isidoro figlio di Bartolomeo di Caraglio anni 27 m. 14 Novembre

DELSIGNORE 1723
Antonio di S. Sebastiano diocesi di Acqui anni 6.. m. 3 Febbraio

CAVIGLIA 1724
Andrea di Morbello anni 14 m. 11 Settembre

GABIANA 1727
Francesca di Frassineto (Monferrato) anni 65 m. 10 Febbraio

SPINELLI 1727
Gerolamo figlio di Bernardino di Morbello diocesi di Acqui anni 1 m. 20 Novembre

PORRA 1727
Maria di Morbello anni 50 m. 20 Novembre

CIPELLI 1727
Margherita Cristina figlia degli Illustrissimi conti Antonio Francesco Cipelli della Motta e Anna Margherita Avogadro m. 20 Novembre

GHIONE 1728
Francesco di Lagnasco diocesi di Genova mendicante vedovo di Paola Maria figlia di Giovanni Battista di Acqui anni 40 m. 21 Aprile

GARRONE 1728
Domenico mendicante di S. Salvatore anni 40 m. 12 Dicembre

FONTANA 1729
Carlo Giuseppe figlio di Pietro ginevrino e Anna Maria Perone borgognona anni 3 m. 30 Settembre

RAVIZZA 1733
Domenico di Castellalfero figlio di Giovanni Antonio anni 18 m. 18 Febbraio

LEONE 1734
Giuseppe di Strambino anni 26 m. 1 Febbraio
TORTOROLO 1734
Francesco povero della Bandita di Cassinale diocesi di Acqui anni 50 m. 15 Febbraio

MOLINARO 1734
Francesco di Torino anni 33 m. 16 Febbraio

GENTILIN 1734
Domenico di Terzolas diocesi di Trento anni 30 m. 27 Marzo

LODIGIANO 1734
Epifanio figlio di Giovanni Battista di Tonco diocesi Casale anni 40 m. 7 Ottobre

MONETTI 1735
Giovanni Antonio del fu Giovanni Giuseppe e Agnese di Ribordone dicesi d’Ivrea anni 23 m. 22 Settembre

BRUN 1735
Giovanni della val di Susa “e loco Bosseni” diocesi di Torino m. 29 Ottobre

COLOMBO 1735
Giovanni Michele di Ceresole diocesi d’Ivrea anni 65 m. 10 Novembre

MINELLI 1736
Caterina moglie di Giovanni Giacobbe Minelli delle Cascine dei Boschi “e Colretto” anni 22 m 13 Giugno

AIMONETTI 1737
Giovanni Antonio del fu Giuseppe e Agnese di Sparone diocesi d’Ivrea anni 4 m. 31 Ottobre

ROSSELLI 1737
Antonio figlio di Giovanni Battista di Alpette d’Ivrea anni 22 m. 12 Marzo

CAVIGLIA 1737
Anna Margherita diocesi di Asti anni 6 m. 1 Settembre

VADETTON 1738
Maddalena “e loco Crumcino” diocesi d’Aosta anni 20 m.11 Settembre

DEGIOVANNI 1738
Angela Maria moglie del fu Bartolomeo Degiovanni di Vignale diocesi di Casale anni 60 m. 23 Dicembre

SALI 1739
Lorenzo di Piverone, ortolano del sig. Cheppì anni 60 m. 2 Gennaio

NEGRO 1739
Antonio figlio di Carlo “ e loco Lizzonii” diocesi di Novara sarto a. 48 m. 27 Ottobre

CASSE’/BARBE’ 1739
Evasio Andrea figlio di Marc’Antonio e Antonia Barbè di Fubine, ortolano del cav. Monticelli anni 17 m. 5 Dicembre

CASSE’ 1740
Margherita figlia di Stefano di Fubine anni 2 m. 13 Gennaio

DEMONIETTO 1740
Maria Domenica figlia di Marc’Antonio di Alpette d’Ivrea anni 4 m. 9 Febbraio

BALAGNA 1740
Domenico del fu Domenico di Sparone diocesi d’Ivrea anni 10 m. 7 Marzo

SCOVASSO 1740
- Biagio di Strevi diocesi di Acqui anni 65 m. 29 Marzo
- Antonia vedova anni 67 m. 2 Aprile


DEGIOVANNI 1740
Giuseppe detto Gambino di Vignale diocesi di casale anni 34 m. 9 Maggio

PENDOLA 1740
Gerolamo figlio di Antonio di Morbello diocesi di Acqui anni 2 m. 16 Agosto

CHIESA 1740
Giovanni detto Camillo di Moncalvo diocesi di Casale anni 46 m. 16 Novembre

FENOCHIO/CHIODO 1740
Maria figlia di Antonio e Domenica Chiodo di S. Giorgio diocesi d’Ivrea anni 29 m. 20 Novembre

FENOCHIO 1741
Anna Maria Giacinta figlia di Giorgio di S.Giorgio e di Caterina Brusa gg. 25 m. 27 Gennaio

MARINOTTO 1741
Anna Maria figlia di Pietro della valle di Pont anni 14 m. 2 Giugno

CHIESA/DEGIOVANNI 1741
Caterina moglie di Franceso Degiovanni anni 28 m. 12 Agosto

DALIO 1741
Giacomina moglie di Bartolomeo Dalio di Volpara diocesi di Tortona anni 40 m. 17 Novembre

GALIANO/GRILLANO 1742
Antonio Francesco figlio di Francesco e Maria Grillano di Morbello diocesi di Acqui mesi 10 m. 5 Gennaio

MAZZONE 1742
Bertolomeo di Ponderano muore mentre da Casale M. tornava al paese anni 70 m. 25 Gennaio

BRACCO/PERSANDA 1742
Michele figlio di Giovanni Antonio e Anna Maria Persanda mendicante di Torre S. Michele m. 15 Febbraio

OLIVERO 1742
Michelangelo di Sommariva anni 70 m. 9 Marzo

RABAUDO 1742
Domenico Maria di Siriana diocesi di Albenga anni 45 muore mentre da Roma tornava al paese natale m. 8 Settembre

MAZZA/BIODA 1743
Maddalena figlia dei furono Giuseppe e Lucia Bioda di Cereseto diocesi di Asti anni 10 m. 9 Ottobre

ZAMPONE 1743
Giuseppe figlio di Giovanni Battista “ex loco Laurellae” diocesi di Novara anni 15 m. 24 Ottobre

COCITO7MANELLA 1743
Giovanni Battista del fu Secondo e di Anna Maria Manella di Isola d’Asti anni 2 m. 26 Ottobre

BORINO 1745
Domenica Caterina figlia di Antonio Maria di Pamparato anni 4 e mezzo m. 8 Novembre

CARTOSSO/CAZZULINO 1745
Pompeo figlio di Domenico e Maria Cazzulino di Bandita diocesi di Acqui anni 7 m. 2 Dicembre

BASANCHINO 1746
Agnese moglie di Giuseppe Basanchino “ex loco Corniengi” diocesi di Alessandria anni 40 m. 8 Gennaio

CASOLARO 1745
Giovanni Battista di S. Salvatore anni 40 m. 24 Gennaio

CAVALLINO 1746
Giuseppe di Pont diocesi di Ivrea anni 33 m. 15 Giugno
CAMPASSO/CANOBBIO 1746
Bartolomea vedova di Andrea Canobbio di Morbello diocesi di Acqui anni 45 m. 23 Agosto

PORTINARO 1746
Giovanni Battista detto Macasia di Quattordio anni 40 m. 6 Dicembre

FERRANDO 1746
Gerolama figlia di Giovanni Battista di Morbello anni 6 m. 15 Dicembre

DEBENEDETTI 1747
Francesco mendicante di Cairo diocesi di Alba anni 70 m. 3 Febbraio

GALFIONE 1747
Alberto di Portula anni 47 m. 17 Marzo

RAVETTI/GAMBINO 1748
Anna moglie di Bernardo Gambino di Moncalvo anni 25 m. 14 Ottobre

GABIANO 1749
- Giovanni Battista figlio di Francesco anni 23 m. 14 Novembre
- Domenica moglie di Francesco anni 50 m. 15 Dicembre
- Francesco anni 60 m. 27 Dicembre

FERRAROTTO 1749
- Maria del fu Carlo “ex loco Marsellini” diocesi di Tortona anni 30 m. 24 Dicembre
- Angela Maria del fu Carlo “ex loco Marsellini” diocesi di Tortona anni 30 m. 25 Dicembre
- Maddalena figlia di Francesco “ex loco Marsellini” diocesi di Tortona anni 20 m. 30 Dicembre

BERNARDOTTO 1750
Giuseppe Maria “ex loco Merlasito” diocesi di Tortona anni 30 m. 15 Febbraio

MIGNONE 1750
Pietro “ ex loco Montissoro” diocesi di Genova anni 24 m. 20 Febbraio

FERRAROTTO 1750
Anna Caterina moglie del fu Guglielmo “ex loco Marlassino” diocesi di Tortona

UGA 1751
Antonio di Cereseto anni 16 m. 26 Aprile

FRASCONE 1751
Giuseppe “ex oppido Varese di Biumo di sotto” diocesi di Milano anni 35 m. 27 Giugno

GAMBERA 1751
Giacomo Antonio figlio del medico Giovanni Antonio Gambera di Rosignano M. anni 1 e mezzo m. 9 Agosto

STAIOTTO/FERRAROTTO 1751
- Giulia figlia di Antonio e Cecilia Ferrarotto “ex loco Marlassini” diocesi di Tortona anni 5 m. 6 Settembre
- Bartolomeo figlio di Antonio e Cecilia Ferrarotto “ex loco Marlassini” diocesi di Tortona anni 6 m. 7 Settembre

DAGLIO/BIS 1751
Maria Maddalena del fu Domenico e Maria Caterina Bis di Volpara diocesi di Tortona anni 3 m. 6 Novembre

DAGLIO 1752
Giovanni Battista figlio di Giuseppe e Agata Maria diocesi di Dertona mesi 2 m. 10 Gennaio

VACCA 1752
Figlio di Andrea Vacca e Caterina Vercellino di Morbello diocesi di Acqui nata e m. 4 Giugno

AIAUDO 1752
Domenico di Ponzone diocesi di Acqui anni 40 m. 2 Ottobre

FRANZANTI 1752
Simone di Marlassino diocesi di Tortona anni 26 m. 12 Ottobre

WILMFFENS 1752
Francesco Cristiano di Anversa, parrocchia S. Giacomo anni 55 di ritorno da Roma e Loreto m. 13 Settembre

CASALIS 1752
Giovanni Pietro di Foglizzo diocesi di Ivrea anni 44 m. 9 Dicembre

PIAZZA 1753
Francesca del fu Desiderio e Antonia di Mombello m. 15 Gennaio

SOFFIANTINO 1753
Antonia Maria vedova di Giacomo Filippo Biandrà di Vignale anni 80 m. 7 Febbraio

LORENZOTTO 1753
Pietro “ex loco Carsano” diocesi di Alba anni 60 m. 31 Agosto

FANTINO 1753
Giovanni Antonio “ex loco proximo Monti dicto il Bricco di Monciso” anni 24 m. 4 Novembre

ROCADELLO/BOLFA 1753
Brigitta Antonia figlia di Natale e Elisabetta Bolfa mesi 10 m. 10 Novembre

GHISELLO 1754
Carlo Antonio “ex loco Chesii” diocesi di Novara anni 47 m. 2 Gennaio

STEILO 1754
Biagio figlio di Domenico “ex loco dicto la Rocchetta di Nizza della Paglia” anni 9 m. 6 Febbraio

MALACORDA 1754
Antonio “ex loco Sanic” comune di Alfiano diocesi di Casale anni 30 m. 6 Febbraio

GALIANO/CAROSA 1754
Guglielmo figlio di Giacomo e Angela Carosa di Marbello anni 11 m. 12 Febbraio

VARA 1754
Michele figlio di Domenico e Caterina “a Bandia di Cassinelli” diocesi di Acqui anni 12 m. 5 Marzo

VACCA 1755
Giovanni Antonio “ex loco Cognardi” diocesi di Acqui anni 50 m. 9 Gennaio

VERGAGNA/BERNARDOTTA 1755
Antonio figlio di Antonio “e loco Paravisi” diocesi di Tortona e di Antonia Maria Bernardotta mesi 3 m. 7 Settembre

LANDRVING/STAUB 1755
Giovanni Melchiorre figlio di Giacomo e Caterina Staub in transito verso Casale anni 30 m. 21 Dicembre

MAESTRI 1756
Maria Caterina figlia di Giovanni Battista e Domenica Ferrarotto di Cantalupo diocesi di Tortona mesi 7
m. 19 Aprile

RAPETTO 1756
Giovanni Battista “ ex pago dicto Guuto (o Gunto)” diocesi di Acqui e di Antonia Maria Marengo anni 7 m. 12 Maggio

DIDALINO 1756
Pietro figlio di Pietro Maria di Pinasca diocesi di Milano dimesso da ospedale Vercelli anni 15 m. 24 Settembre

FERRAROTTO/GIAN 1756
Giacomina Maria moglie di Giuseppe Gian di Marlassino diocesi di Tortona anni 33 m. 6 Dicembre


CAVIGGIA 1757
Levrotta Maria di Marbello diocesi di Acqui anni 53 m. 2 Marzo

MAZZETTO 1757
Giovanni Domenico di Asti anni 55 m. 5 marzo

CIALA 1757
Bartolomeo “ex loco Egulies “ diocesi di Embrun anni 56 m. 6 Maggio

LAURA 1758
Giovanni Battista genovese servo per 15 anni di Pietro Pretta trovato morto in letto anni 24 m. 19 Febbraio
Vittore

chiara63
Livello1
Livello1
Messaggi: 177
Iscritto il: mercoledì 24 maggio 2017, 21:27
Località: Torino
Contatta:

Messaggio da chiara63 »

Forse ho trovato due avi di rami collaterali in questo ultimo elenco...
Vado a controllare con calma, e intanto ringrazio. :)

Avatar utente
bigtortolo
Staff
Staff
Messaggi: 5367
Iscritto il: venerdì 14 novembre 2008, 10:42
Contatta:

Messaggio da bigtortolo »

Altri forestieri morti e sepolti ad Asigliano:

TORNIELLI/CAVIGLIA 1758
Anna Maria moglie del fu Giacomo Caviglia anni 52 m. 27 Febbraio

CIVERA 1758
Giovanni di Curino anni 30 m. 7 Marzo

SPINELLO 1758
Bernardino “ex loco Marbello” diocesi di Acqui anni 56 m. 31 marzo

GAROLA 1758
Anna Francesca vedova di Villadeati diocesi di Casale anni 55 m. 13 Aprile

MAZZOCCO 1758
Alessandro “ex loco Carantini” diocesi di Acqui anni 65 m. 19 Dicembre

BARACH sive BARAIIS 1758
Giovanni Francesco fu Giovanni Maria di Grassano diocesi di Casale anni 60 m. 23 Dicembre

DENIO’ 1759
Raniero calzolaio francese “ex diocesi Bloè” anni 33 m. 4 Febbraio

ARNAUDI/BORGHINA 1759
Giuseppe Maria figlio di Giuseppe Antonio e Maria Maddalena Borghina di carignano anni 5 m. 9 Febbraio

MEISTRI 1759
Giovanni Battista del fu Bartolomeo di Castelletto presso S. Salvatore anni 25 m. 25 Marzo

CAROSIO 1759
Giovanni Domenico “ex loc dicto Amiasca” diocesi di Acqui dimesso ospedale Vercelli anni 50 m. 15 Novembre

PELLIZZERO 1759
Giovanni Battista di Sospello anni 66 m. 19 Novembre

BO’ sive BUE 1760
Francesco “ex loco Maranzana della Paglia” diocesi di Acqui servo di fabiano Dellarole anni 25 m. 17 Novembre

MALACORDO 1760
Silvestro “ex loco Sanich” diocesi di Casale anni 22 m. 16 Dicembre

BISSONE/BONA 1761
Giovanni figlio di Guglielmo e Maria Domenica Bona “ ex loco Perigoldi” mesi 15 m. 27 Giugno

PIANA/PESCE 1761
Caterina moglie di Pietro Antonio Pesce “ex loco Cassinelle” diocesi di Acqui residente da tre anni m. 19 Agosto

SALUTO/BELICARDA 1761
Giovanni Francesco e Antonio gemelli figli di Giovanni Battista e di Maria maddalena Belicarda giorni 1 m. 1 Settembre

ZACHEO/PESCI 1761
-Giovanni Antonio (giorni 30) e Ursula Maria (anni 5) gemelli figli di Giovanni Battista e Domenica Maria Pesci m. 27 Novembre

DEGIOVANNI/MORANO 1762
Giovanni Battista figlio di Giuseppe e Paola Maria Morano anni 24 m. 23 Gennaio

RONCO/BERNARDOTTO 1762
Caterina figlia di Giuseppe Maria e Maria Caterina Bernardotta “ex loco Merlassino” mesi 7 m. 4 Giugno

DONZELLA 1763
Luigi anni 33 m. 28 Gennaio

AIAUDO 1764
Francesco Maria figlio di Cristoforo e Maria Caterina mendicanti “ex loco Turrei” anni 2 m. 22 Maggio

DANIELLO/MUSSO 1764
Maria Maddalena del fu Urbano e Maria Caterina Musso anni 6 m. 12 ottobre

MONTAGNINO 1765
Caterina madre del medico Antonio Maria Montagnino anni 94 m. 17 Aprile

MUSSO/DANIELLO 1765
Maria Caterina moglie del fu Urbano Daniello anni 50 m. 22 Giugno

CHIESA 1765
Pietro Francesco anni 35 m. 4 Settembre

ARNUZZO/ZUNINO 1765
Carlo Lorenzo Antonio Maria figlio di Lorenzo e Maria Caterina Zunina “ex loco S. Petri” diocesi di Acqui anni 8 m. 6 Settembre

ZACHEO/CORTINO 1767
Antonia Maria moglie di Antonio Francesco Cortino anni 41 m. 13 Maggio

DOGA 1767
Apollonia “filia vel uxor” di Pietro Doga di Rosignano mendicante anni 70 m. 7 Giugno

CARBONARO/MASSA 1767
Lorenzo figlio di Giovanni Giacomo e Elisabetta Massa di Mombello anni 11 m. 16 Ottobre

AIAUDO 1768
Guido di Ponzone anni 75 m. 13 Gennaio

ICARDO/CAVANNA 1768
Agata figlia di Andrea e Angela Cavanna di Bandita ora qui abitanti mesi 3 m. 3 Ottobre

AICARDI/GAIONA 1768
Matteo figlio di Domenico e Lucia Gaiona anni 6 m. 7 Novembra

POLO 1768
Domenico di Coniolo servo anni 17 m. 11 Novembre

DEBERNARDI/AIUNDO 1768
- Rocco Antonio di Bernardino e Antonia Maria Aiundo “ex finibus civitatis Acquensis” mesi 14 m. 3 Dicembre
- Maria stessi genitori anni 10 m. 4 Dicembre

AICARDI/GAIONA 1768
Bartolomeo figlio di Domenico e Lucia Gaiona anni3 m. 28 Dicembre

VERCELLINO 1769
Maria Antonia figlia di Domenico e Bartolomea Ferraris di Bandita mesi 7 e mezzo m. 13 Gennaio

DEBERNARDI/AIUNDO 1769
Michele di Bernardino e Antonia Maria Aiundo di Ponzone diocesi di Acqui anni 9 m. 4 Gennaio

AIAUDO 1769
Caterina vedova di Guido Aiaudo di Ponzone diocesi di Acqui anni 69 m. 15 Ottobre

DEGIOVANNI 1769
Antonia Maria moglie di Giovanni Antonio Degiovanni detto Gambino anni 27 m. 12 Febbraio

RAPETTO 1769
Santino “ex civitate Niceae Palee” (Nizza Monf.) anni 60 m. 8 Giugno

GEVA/GEUA 1770
Maria Maddaelna figlia di Giovanni Antonio e maria Teresa “ex loco Pradunae” diocesi di Albenga 13 mesi m. 8 Settembre

AIAUDO 1770
Giovanni Battista figlio di Cristoforo e Maria Caterina anni 4 m. 17 settembre

VERCELLINO 1770
Giovanni Battista figlio di Antonio e Maria Antonia “ex loco Banditae” diocesi di Acqui anni 4 m. 13 Ottobre

DONETTO 1771
Giuseppe figlio di Giovanni “ex loco Riboldone Vallis Ponti” diocesi di Ivrea anni 20 m. 21 Novembre

FERRAROTTO 1771
Giovanna moglie di Stefano “pariter Ferrarotto ex loco Marlesì” diocesi di Tortona anni 30 m. 24 Dicembre nel partorire 2 gemelle morte il 23

STAIOLO 1772
Caterina astigiana anni 60 m. 16 Novembre

GARONETTI 1773
Margherita moglie del fu medico Lorenzo anni 86 m. 19 Febbraio

PIZIO 1773
Guglielmo abitante da molti anni m. 13 Marzo

CIMA 1774
Vincenzo figlio del medico Giuseppe mesi 4 m. 22 Aprile

SERPERO 1774
Maria Caterina figlia di Pietro di Cassinella diocesi di Acqui anni 3 m. 17 Maggio

PIZIO 1774
Vittoria moglie del fu Guglielmo anni 40 m. 19 Agosto

SENTIN RAFET 1774
Domenica vedova di Sentin Refet nizzardo m. 27 Novembre

LUISETTO 1775
Clara vedova di Battista Luisetto anni 36 (o 56)m. 20 Agosto

PILANO 1775
Ignazio anni 65 m. 8 Dicembre

TABOTTO 1775
Maria moglie di Francesco Tabotto anni 25 m. 25 Dicembre

OLDANO 1776
Domenico diocesi di Asti mendicante“vagus super terram” anni 34 m. 5 Settembre

BO 1777
Giovanni Battista vagabondo savonese anni 88 m. 25 Ottobre

CESA 1778
Caterina vedova di Pietro Cesa anni 45 m. 25 marzo

CIMA 1781
Anna moglie del medico Costantino Cima anni 67 m. 18 Febbraio

ARNUZZO 1781
Lorenzo anni 25 m. 20 Novembre

CROCE 1783
Giovanni Battista “ex loco la Piovà” anni 75 m. 2 Gennaio

BOZZO 1783
Pietro povero vagabondo di Casorzo anni 65 m. 5 Gennaio

SCARELLA 1783
Teresa figlia di Pietro Giovanni “ex loco S. Remo Genuensis” anni 1 m. 6 Febbraio

MALNATO 1783
Maddalena figlia di Giuseppe anni 3 m. 1 maggio

GRATTAROLA 1783
Bartolomeo figlio di Stefano anni 2 m. 20 Maggio

CARAMELINO 1783
Giovanni Antonio figlio di Matteo di Moncestino mesi 6 m. 30 Giugno

CHISSOTTO 1783
- Giovanni Domenico figlio di Orazio anni 1 m. 24 Agosto
- Rosa Maria figlia di Giuseppe anni 1 m. 30 Agosto

DEL CARRETTO 1783
Maria figlia del marchese Del Carretto vercellese 1 mese m. 5 Ottobre

MATELLINO 1784
Rosa figlia di Domenico piacentino anni 6 m. 19 Marzo

CHIAPPA 1784
Giovanna Maria figlia di Matteo anni 4 m. 13 Dicembre

CIMA 1785
Giuseppe medico anni 51 m. 25 Marzo

VIVIANO 1786
Maddalena vedova acquense anni 68 m. 3 Gennaio

GATTA 1786
Antonio di Pettinengo m. 6 Marzo

CORTINO 1786
Domenico anni 67 m. 22 marzo

AICARDI 1786
Maria moglie di Cristoforo anni 50 m. 28 Aprile

SERPERO 1786
Giulio anni 18 m. 14 Giugno

BIADA 1787
Giuseppe eporediense figlio di un soldato delll legione Lombardia anni 5 affidato ai coniugi Cerrano m. 9 Marzo

CORTESOGNA 1787
Caterina moglie di Andrea Cortesogna di Morbello anni 64 m. 3 Aprile

ROVELLI 1787
Domenico di Morbello anni 47 m. 2 Giugno

CHIORLO (lettura incerta) 1787
Alessandro diocesi di Acqui anni 50 m. 31 Novembre

MARCHESOTTO/STAIOLO 1788
Maria Domenica Marchesotta vedova di Carlo Staiolo tortonese m. 13 Dicembre

BERRA 1789
Giuseppe di Salabue anni 43 m. 20 Gennaio

SERPERO 1790
Antonio figlio di Pietro di Cassinelle anni 20 m. 5 Novembre

VACCA 1790
Andrea anni 70 m. 14 Dicembre

PRETTA 1791
Bernardo del fu Antonio pecoraio di Mosso S. Maria m. 27 Gennaio

CIMA 1791
Costantino segretario comunale nativo di Castellamonte anni 78 m. 18 Novembre

SPAGNOLINO 1792
Antonio di Fara Novarese guardia campestre e serviente comunale anni 80 m. 10 Agosto

DOTTA 1793
Giacomo anni 50 m. 3 Ottobre

SEMENZA 1794
Margherita vedova di Germano Semenza di S. Germano anni 40 m. 9 Maggio

BOVERI 1794
- Caterina vedova del signore Tommaso Boveri di Moncalvo anni 77 m. 30 Maggio
- Agostino dottore chirurgo di Moncalvo anni 49 m. 16 Novembre

CRISTINO 1795
Giovanni Battista del fu Pietro Antonio anni 57 m. 17 Novembre

ALLERA 1796
Marianna nativa di Lipsia regno di Prussia già luterana vedova di Giacomo Ogliotto anni 60 m. 24 Dicembre

SCAZZO/MENTIGAZZI 1798
Maddalena vedova di Giovanni Mentigazzi anni 55 m. 2 Gennaio

COSTA/PICCIOTTINO 1798
Maria Domenica Costa “ex Ponti loco” abitante da tre anni vedova di Michele Domenico Picciottino m. 24 Settembre

DANIELE/MALNATO 1799
Apollonia Daniele vedova di Giuseppe Malnato anni 51 m. 28 Dicembre

ARBOLA 1799
Pietro anni 42 m. 10 Maggio

MARCHESOTTO/SANTAMARIA 1800
Maria Maddalena Marchesotto moglie di Giovanni Battista Santamaria anni 31 m. 17 Gennaio

PICCIOTTINO/CAVALINO 1800
Giovanna Maria Picciotino moglie di Antonio Cavalino anni 40 m. 30 Gennaio

DIRIPETTI 1800
Maria Domenica figlia di Giovanni Andrea e Angela Maria anni 5 m. 12 Febbraio

MASCANDOLO 1800
Maria Annunciata figlia di Agostino e Lucia mesi 2 m. 8 Maggio

FIORIO 1800
Pietro Antonio mendicante figlio di Pietro e maria Marta Rastello “nativus Villanova Ponti” diocesi di Ivrea anni 18 20 Luglio

MARENGO/VACCA 1800
Maddalena Marengo vedova di Pietro Vacca di Morbello diocesi di Acqui anni 45 m. 14 Agosto

BERRA 1800
Antonia del fu Giovanni Battista anni 48 m. 8 Dicembre

PIANTANIDA 1800
Giovanni del fu Giovanni di Gallarate anni 67 m. 10 Dicembre

DEMAESTRI 1801
Maria Caterina figlia di Domenico di Cantalupo diocesi di Tortona m. 9 Gennaio

CAVALINO 1801
Antonio del fu Bartolomeo “ex Ponti loco” diocesi di Ivrea anni 54 m. 12 Febbraio

CIABOT (CHIABOTTO?)
Gaspare del fu Pietro “ex loco Ponti” diocesi di Ivrea mendicante anni 60 m. 13 Aprile

DIDIER/ZANARDI 1801
Rosa figlia di Alessandro Didier e Maria Caterina Zanardi entrambi Francesi residenti in Vercelli battezzata nella cattedrale di S. Eusebio di pochi giorni m. 1 Agosto sepolta in Asigliano nele sepolcro dei fanciulli

VIERANO/GARRINO 1801
Domenica Margherita figlia di carlo e Domenica Garrino ani 2 m. 22 Ottobre

LEJA 1802
Francesco Antonio figlio di Giuseppe alessandrino mendicante anni 6 m. 27 Luglio

PICCHIOTTINO 1802
Domenico del fu Guglielmo “e loco Ponte” anni 65 m. 8 Ottobre

MASSERINO 1802
Antonia di Balzola moglie di Costanzo Perazzo anni 21 m. 16 Ottobre

RISSO/AUDIBERTI 1803
Eusebio figlio di Giuseppe e Teresa Audiberti di Torino mesi 5 m. 12 Gennaio

CARIGNANO/BIANCO 1803
Quirino Giovanni figlio di Francesco e Rosa Bianco anni 12 m. 12 Gennaio

GIANA 1803
Maddalena moglie del fu Francesco Tagliabò anni 60 m. 27 Settembre

GARONETTI 1803
Guglielmo del fu Lorenzo anni 74 m. 20 Dicembre

CARIGNANO/BULLANO 1804
Marta Maddalena vedova di Giovanni Maria Bullano anni 70 m. 9 Gennaio

FUSI 1804
Giuseppe Ambrogio sacerdote di Vigevano regolare Somasco rettore dell’orfanatrofio di Vercelli anni 83 m. 24 Ottobre a Vercelli tumulato ad Asigliano nell’edicola dell’altare maggiore

RASPETTO/VECCHIO 1805
Caterina vedova di Carlo Vecchio anni 53 m. 9 Gennaio

ROSSINO/VANOLA 1805
Giovanni Battista di Cardano marito di Margherita Vanola anni 60 m. 25 Settembre

ALBERTI 1805
Domenico fu Giuseppe di Moncalieri serviore del notaio Fiorelli anni 24 m. 14 Dicembre

GAGLIARDI 1806
Stefano del fu Antonio di Mombercelli mendicante m. 15 Febbraio

RAZZO 1806
Francesca Maria Maddalena figlia di Giovanni Antonio “e Ratarolio” giorni 7 m. 2 Settembre

MALINVERNO/BADOLLA 1808
Maria figlia di Antonio di Olcenengo moglie di Giacinto Badolla fu Giovanni di S. Germano anni 25 m. 19 Novembre

TORRE 1809
Margherita figlia di Giovanni Maria di Cantalupo mesi 6 m. 19 Febbraio

SALA/FAYA 1809
Bartolomeo del fu Pietro Antonio di Vische diocesi di Ivrea anni 60 m. 20 Febbraio annegato. Lascia vedova Ludovica Faya dello stesso luogo

GODIO 1811
Giovanni Antonio figlio di Antonio “ab Isolella” anni 16 m. 29 Aprile

STAIOLO/FERRAROTTI 1811
Giovanni Battista figlio di Giuseppe e Rosa Ferrarotti tortonesi mesi 1 m. 28 Maggio

PELUCHINI/BACCARI 1811
Orsola figlia di Domenico e Maria Baccari di Casorzo anni 4 m. 4 Giugno

MIGLIORE 1811
Carlo Angelo di Carlo di Torino sacerdote viceparroco per 6 anni in questa parrocchia anni 36 m. 7 Dicembre 1711

CEVA 1811
Pietro figlio di Francesco di Acqui mendicante anni 50 m. 22 Dicembre

DAMAS 1821
Filippo figlio di Pietro di Uviglie anni 40 m. 10 Aprile

BREMA 1812
Domenico figlio di Giuseppe di Pontevico Bresciano anni 2 m. 10 Maggio

ASTIGIANO 1812
Ferdinando del fu Giuseppe “e Clusia” anni 40 m. 22 Agosto

GRIGNOLO 1812
Giovanni Battista figlio di Bartolomeo di Balzola anni 4 m. 16 Settembre

DEGIORGIS 1812
Carlo figlio di Antonio di Castellalafero anni 9 m. 20 Settembre

ASSANDRO/PONZONE 1812
Maria moglie di Giuseppe Ponzone di Acqui anni 47 m. 27 Settembre

TORTOROLO 1813
Giuseppe del fu Giuseppe di Acqui anni 37 m. 7 Febbraio

RESA 1813
Giuseppe figlio di Giovanni di Andorno anni 3 m. 25 Febbraio

FRANCELLI 1813
Anna Maria figlia di Sebastiano di Morano mesi 16 m. 19 Aprile

MENCHIOCHI 1813
Maria del fu Giovanni “e Ticino” (Pavia) moglie di Giovanni Ferraris anni 60 m. 3 Maggio

GIORELLI 1813
Paola del fu Andrea vercellese monaca carmelitana professa sotto il nome di Maria Crocifissa mentecatta da anni 15 anni 64 m. 4 Dicembre

FEROLA 1814
Giuseppe del fu Francesco di Acqui anni 57 m. 19 Febbraio

BOLLO 1814
Antonio del fu Battista di Cerrina anni 40 m. 2 Marzo

VIVIANI 1814
- Caterina del fu Giuseppe di Acqui moglie di Biagio Scovasso anni 60 m. 20 Marzo
- Maria Maddalena del fu Giuseppe di Acqui 55 m. 3 Aprile

SOVERING 1814
Andrea figlio di Andrea soldato austriaco e Maria Pzigoleski polacca giorni 10 m. 14 Giugno

DEVA 1814
Giacomo del fu Filippo “ e Merlanzino” anni 60 m. 7 Settembre

SCOVAZZO 1814
Biagio del fu Lazzaro di Acqui anni 71 m. 14 Novembre

TORTOROLO 1815
- Maddalena del fu Mattia di Acqui residente dall’infanzia anni 39 m. 2 Gennaio
- Giovanna del fu Mattia di Acqui residente dall’infanzia anni 37 m. 2 Febbraio

VERGAGNI 1815
Maria Maddalena figlia di Mattia tortonese mesi 7 m. 23 Febbraio 1815

DOVA 1815
Giovanni del fu Battista “ e Merlanzino” diocesi Tortona anni66 m. 2 Marzo

TORIELLI/GEMINARDI 1815
Giovanna Maria figlia di Giuseppe e Maria Geminardi DI Ponzone diocesi di Acqui anni 2 m. 2 Ottobre

FERRAROTTO 1815
- Maddalena del fu Antonio moglie di Giovanni Ferrarotto (lettura incerta) tortonese anni 45 m. 22 Ottobre
- Maddalena figlia di Francesco tortonese anni 30 m. 22 Ottobre
- Pasquale figlio di Pietro tortonese anni 2 m. 22 Otobre
- Francesca figlia di Giovanni tortonese anni 3 m. 22 Ottobre

VINESIO/TOMASINO 1815
Giovanni Francesco figlio di Vittore di Cereseto e Clara Tomasino di Trino mesi 2 m. 22 Novembra

BERUTTI/BORELLI 1815
Maria del fu Marco di Trofarello moglie di Giovanni Borelli fu Giuseppe torinese anni 37 m. 23 Novembre
COGGHI/CORNILIA 1816
Giovanni Antonio figlio di Vincenzo e Paolina Cornilia di Rocchetta anni 2 m. 19 Luglio

TASSARA 1816
Serafina figlia dei signori Luigi e Luisa Morosini genovesi anni 2 m. 23 Luglio

ROMANO 1816
Stefano del fu Sebastiano di Strevi anni 50 m. 9 Ottobre

PAVIA 1816
Pietro Rocco del fu Vincenzo di Agliano d’Asti da 2 anni residente a S. Germano m. 18 Novembre

BIGLIERA 1817
Cecila del fu Domenico vedova di Giovanni Marchisuti tortonese anni 50 m. 8 Gennaio

ARIOTTO 1817
Vincenzo figlio di Francesco di Torcello (fraz. Casale M.) mesi 2 m. 27 Gennaio

CAVANNA 1817
Giovanni Battista del fu Battista di Groppello diocesi di Piacenza anni 60 m. 25 marzo

VIVIANI 1817
Domenico del fu Bartolomeo di Acqui anni 36 m. 24 Aprile

NOVELLO 1817
Benedetta figlia di Giovanni di Ponzone anni 20 m. 2 Ottobre

SOSIO 1817
Carlo figlio di Andrea e maria Marengo di Acqui mesi 4 m. 13 Ottobre

FERRAROTTO/ALBERA 1818
Barbara vedova di Pietro Albera tortonese anni 60 m. 20 Gennaio

MANTELRESA 1818
Orsola Maria figlia di Giovanni anni 18 m. 13 Aprile

VIETTI 1818
Giovanni figlio di Andrea di Orfengo anni 30 m. 28 Aprile

GAJINO 1818
- Giovanni Battista fu Antonio “e Cartosio Acquensis” anni 75 m. 15 Maggio
- Caterina moglie del suddetto anni 69 m. 16 Maggio “et sicuti in vita hi dilexerunt se, et in morte non sunt separati die 17 in eodem Coemeterio prope virum sepulta fuit”

BORELLI/CERVETTO 1818
Rosa Maria figlia di Giuseppe e Laura Cervetto di Alessandria anni 3 m. 2 Agosto

GAVIO 1818
Francesco figlio di Giovanni Battista di Odalengo giorni 9 m. 25 Settembre

CORNERO 1818
Maria Rosa figlia di Bartolomeo del fu Giacomo di Casorzo anni 6 m. 27 Settembre

GAVIO 1818
Luigi figlio di Giovanni Battista di Odalengo mesi 4 m. 22 Ottobre

FRANCELLI/CASALINO 1819
Angela figlia di Francesco del fu Ignazio di Morano e Teresa Casalino del fu Francesco di Torrione (fraz, di Costanzana) mesi 10 m. 17 Aprile

PASTRONE 1819
Margherita di Stefano del fu Secondo astigiano mesi 3 m. 29 Aprile
QUAGLIA/DURANDI 1819
Tommaso figlio di Giuseppe del fu Giuseppe e Margherita Durandi del fu Francesco di Montiglio mesi 15 m. 7 Ottobre

ALLARIO 1819
Maria figlia di Giuseppe del fu Michele di Odalengo e Elisabetta Oliveto del fu Felice “e Rossingo” mesi 14 m. 16 Ottobre

DULLA 1819
Agnese figlia di Domenico del fu Andrea e Eleonora Falcone di Varengo (fraz. di Gabiano) anni 14 m. 17 Ottobre

FERRAROTTO/BANCHERO 1819
Vittore Antonio figlio di Giuseppe Antonio e Maddalena Banchero tortonesi mesi 4 m. 20 Ottobre

CANOVA 1822
Anna Lucia figlia di Filippo del fu Pietro Stefano e Anna .... di Occhieppo anni 2 m. 18 Gennaio

MACAGNO/FORMAGGIO 1822
Andrea figlio di Secondo e Rosa Formaggio astensi 1 ora m. 1 Aprile

VIOTTI 1822
Giovanni Antonio del fu Francesco di Morbello diocesi Acqui m. 30 Giugno

TORRE 1822
Angela figlia di Antonio e Domenica Ferrari diocesi di Tortona anni 1 m. 21 Novembre

GIAROLA 1823
Maria vedova di Giuseppe di Cassinelle anni 70 m. 15 Gennaio

GENGO/MARESA 1823
Giovanna figlia di Ambrogio del fu Pietro e Angela Maresa del fu Alessandro “e Bagnà” anni 3 m. 32 Gennaio

BIGALLO 1823
Lucia del fu Francesco moglie di Francesco Carano di Viverone diocesi di Biella anni 42 m. 29 Marzo

CERRUTI/ROSSOCATELLA 1823
Maria Agnese figlia di Bartolomeo del fu Francesco di Coggiola diocesi di Biella e Margherita Rossocatella di Giuseppe stesso luogo m. 6 Giugno

BARINOTTO/CASASSA 1823
Giuseppe del fu Pietro marito di Domenica Casassa “e Ponte Hyporediensis Diocesi” anni 42 m. 17 Luglio

DOVA/FERRAROTTO 1824
Maria Anna del fu Giacomo “e Merlasino” diocesi Tortona vedova di Giovanni Ferrarotto stesso luogo anni 54 m. 11 Febbraio

BASSO/ARSIANA/GIORSI 1824
Giacinto Tommaso del fu Giovanni e Margherita Arsiana di Cavagnolo diocesi di Casale anni 50 m. 22 Luglio. Lascia vedova Giovanna Mariana Giorsi del fu Giorgio di Quarti

SALSILLI/MERZAGORA 1824
Francesco Giuseppe Gaetano Battista figlio di Carlo del fu Gaetano di Caravaggio diocesi di Milano e Adelaide Merzagora del fu Battista di Angera stessa diocesi mesi 2 m. 4 Luglio

ACOMAZZO 1824
Teresa del fu Antonio vedova di provenienza incerta anni 34 m. annegata 18 Settembre

CAVALLINO 1824
Carlo del fu Antonio di Pont anni 38 m. 12 Dicembre

CAVALLINO 1825
Maria Orsola del fu Carlo di Pont diocesi di Aosta vedova di Pietro Barinotto anni 93 m. 8 Settenbre

ENRICO 1825
Giovanni del fu Antonio di Garessio anni 57 m. 4 Settembre

GREIA/ANTONELLI 1825
Giuseppa dei furono Giuseppe e Maria Antonelli di S. Nazzaro diocesi di Pavia anni 24 m. 16 Settembre

PONZONE/DEAMBROGIO 1826
Emiliano figlio di Stefano e della fu Barbara Deambrogio di Villanova diocesi di Casale anni 5 m. 3 Gennaio

SCOFFONE/DEGIOVANNI 1826
Maria Francesca figlia di Guglielmo del fu Giuseppe Antonio di Casorzo e di Teresa Degiovanni del fu Giuseppe di Crescentino mesi 3 m. 21 Luglio

GIULINI 1827
Veronica del fu Paolo “e Merolo” anni 74 m. 7 Febbraio

FRISA 1827
Antonio del fu Giovanni di Quattordio diocesi di Asti anni 50 m. 2 Agosto

LANZAVECCHIA/CORNAGLIA 1827
Giuseppe figlio di Giuseppe del fu Giovanni e Petronilla Cornaglia mesi 1 m. 10 Settembre

GAZZERA/GAIA 1828
Francesco figlio di Francesco del fu Giuseppe di Mondovì e Domenica Gaia del fu Battista di Moncalieri appena nato m. 24 Marzo

VELLANO/UGLIO 1828
Michele figlio di Pietro del vivente Giuseppe di Brusaschetto e Maria Uglio di Giovanni di Treville anni 2 m. 6 Aprile
Rosa Maria stessi genitori anni 5 m. 14 Giugno

ROSSETTI/CAGNASSO 1828
Leonilda Elena Teresa figlia di Pietro (speziale) del fu Giovanni e Enrichetta Cagnasso torinese mesi 17 m. 20 Giugno

PESCE 1829
Antonia del fu Paolino di Morbello anni 54 m. 25 gennaio

AUDININI 1829
Felicita del fu Giuseppe di Moncestino anni 44 m. 9 Febbraio

PAVIGNANO 1829
Giovanni Battista del fu Francesco di Occhieppo Inferiore anni 64 m. 6 Maggio

EUSEBIONE/MESSAGLIA 1829
Teresa del fu Francesco di Morano vedova di Giovanni Battista Messaglia anni 65 m. 1 Giugno

TOSA/BORA 1819
Caterina del fu Antonio di Vinzaglio vedova di Michele Bora anni 30 m. 4 Settembre

FERRAROTTO/BONADEO 1829
Luigi figlio di Pietro e Maria Bonadeo “e Merlanzino” anni 18 m. 26 Dicembre

GODIO 1830
Antonio del fu Giovanni Antonio di Isolella diocesi di Novara anni 67 m. 11 marzo

CARNILIA 1831
Maddalena figlia di Amedeo del viv. Francesco e Caterina Vergagni del fu Battista “ e Merlansino” mesi 10 m. 27 Aprile

BANCHELLI 1831
Domenica del fu Pietro di Camino diocesi di Casale vedova di Pietro Varola anni 56 m. 16 Luglio

PRONSATO/CAVALLINA 1832
Domenico del fu Giacomo di Valenza vedovo di Maria Cavallina del fu Francesco anni 55 m. 23 Febbraio

UGLIA/VILLANA 1832
Maria figlia di Francesco di Treville diocesi Casale anni 29 m. 19 Luglio. Lascia vedovo Pietro Villana di Busaschetto

TAGLIANO 1832
- Felicino figlio di Giuseppe e Maria Demartini “e Collero” diocesi di Tortona anni 5 m. 28 Agosto
- Antonio figlio dei suddetti anni 5 m. 14 Ottobre
- Marcellino Domenico mesi 18 m. 27 Ottobre

CAFASSO 1832
Isabella del fu Luigi del fu Paolo e Giovanna Bariolo del fu Giuseppe di Pontestura anni 14 m. 18 Settembre

ARMANA/PALLAVICINA 1833
Domenica Maria del fu Giacomo Antonio e Angela Maria Pallavicina “e Castel Ceriolo” diocesi di Alessandria anni 74 m. 18 Febbraio

LANZAVECCHIA/CORNAGLIA 1835
Maddalena Maria figlia di Giuseppe e Petronilla Cornaglia anni 4 m. 1 marzo

STRADA/ROGGERO 1835
Antonia del fu Antonio e Camilla Roggero di Alessandria vedova di Eusebio Celoria anni 23 m. 1 Aprile

AMATEI 1835
Giovanni figlio di Pietro del fu Domenico e Teresa Mantelleresa di Giovanni mesi 9 m. 4 Agosto

FARA 1835
Lucia genitori e provenienza ignoti anni 70 m. 25 Ottobre

RICCI 1835
Giuseppe del fu Filippo e Felicita Bagnasco anni 6 m. 29 Ottobre

BONAUDI/COTELLA 1835
Lucia del fu Bartolomeo “e Terzebio” vedova di Lorenzo Cotella anni 60 m. 12 Novembre

FANCELLI/CASALINO 1835
Francesco del fu Ignazio di Morano vedovo di Teresa Casalino anni 55 m. 19 Novembre

BORINO/PAIANO 1836
Felice del fu Gaetano e Antonia Paiano di Casale Monf. Anni 57 m. 14 Gennaio

MARSANASCO/ROBBIO 1836
Francesco del fu Giovanni Battista “e Cerricco” (lettura incerta) diocesi di Casale vedovo di Teresa Robbio anni 50 m. 17 Ottobre

BALPI 1836
Margherita del fu Domenico di Treville vedova di Battista Castellano anni 67 m. 13 Novembre

PERELLI/BOSIO 1837
Maria del fu Giacomo “ e Meladio” vedova di Raimondo Bosio anni 60 m. 14 Febbraio

GARONETTI/PERUCCA/MARAZIO 1837
Pietro del fu signor Guglielmo di Leri e signora Teresa Perucca di Leri vedovo della signora Luisa Marazio anni 79 m. 17 Febbraio
Vittore

paroni1569
Livello1
Livello1
Messaggi: 217
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 17:46
Contatta:

Messaggio da paroni1569 »

Dai libri parrocchiali di Fusignano (RA)

ALTIERI - 10 Maggio 1664
Angelus ALTIERI de Villa Arquati Venetiarum Status, aetatis suae annorum 62 circiter

BERARDI - 2 Febbraio 1780
Joseph, f.us Baptistae BERARDI dal Boncellino, annorum 30 circiter

BERTAZZOLI - Aprile 1813 (Annotazione e Promemoria)
Bertazzoli Matteo di Fusignano, figlio del fù Domenico Antonio e marito della vivente Catterina Ricci,
morì nell’Ospitale di Comacchio il dì 16 Aprile 1813 in occasione, che ivi si era portato per lavorare
alle saline, ove in caso di bisogno si può cercare l’attestato mortuario.

BERTUZZI / BERTUCCI - 15 Aprile 1803
BERTUZZI (scritto Bertucci) Dominicus, f.us quondam Pauli et Elisabet Forlivesi, aetatis suae annorum 50 circiter, ex Paraecia SS. Petroni et Pprosperi Terrae Lugi

BONOLI - 7 Dicembre 1808
BONOLI Catherina, f.a quondam D.rum Paschlis et Margaritae Franceschelli, nata Forlimpopoli, quae fuit uxor quondam Thomae Spadazzi, aetatis suae annorum 54 circiter

BORTOLETTI - 18 Agosto 1668
Benedictus BORTOLETTI ex Paroecia Sanctae Mariae Putei Novi, Status Venetiarum, aetatis suae annorum 45 circiter

BUGIADETTI (?) - 11 Dicembre 1796
Magdalena, f.a Fabii BUGIADETTI (?) ex Marradi, quae fuit uxor quondam Joannis Campalmonti, aetatis suae annorum 67 circiter

CACCIARI - 24 Maggio 1802
Vincentius, f.us Jualiani CACCIARI ex Longastrino, aetatis suae annorum 19 circiter, improvviso morbo correptus

CAMERINI - 10 Aprile 1808
CAMERINI Andreas, f.us quondam Francisci Antonii et quondam Camillae Marchiani, viduus ob mortem quondam Dominicae Benedicti, aetatis suae annorum 33 circiter, omnibus Ecclesiae Sacramentis prius munitus, quamvis ex Paraecia S. Juliani ex Longastrino, obiit in Hospitali et sepultus fuit in Coemeterio.

CORELLI - 17 Novembre 1825
CORELLI Joseph, f.us q.m Caesaris et q.m Jacobae Faggioli ex Longastrino, qui fuit coniux Mariae Costa, aetatis suae annorum 44 circiter

DAL RE - 3 Ottobre 1760
Theresa DAL RE uxor quondam Antonij (cognome non indicato) de terra Argentae, annos 40 circiter nata

DE LUCA - 7 Maggio 1809
DE LUCA Joseph, f.us quondam Caroli et Magdalenae Vegreani, ex Rutae S. Xaverii (?) Santerni, qui fuit coniux Luciae Mela, aetatis suae annorum 35 circiter (calzolaro a Maiano)

DERIVI - 16 Agosto 1889
DERIVI Laurentia (in saeculo Francisca) de Sororibus Charitatis, f.a Petri et Margaritae Beltrami, nata (non indicato), Dioecesis Vercellensis, degens in hoc Xenodochio (ospizio) ad curam infirmorum, omnibus Ecclesiae Sacramentis prius refecta, ad Caelos evolavit heri hora decima vespertina, septem et vigesimum annum agens et hodie, juxta Rituale Romanum, sepulta fuit in hoc Coemeterio communi.

FABBRI - 5 Dicembre 1808
FABBRI Reverendus D.nus Bartholomaeus, f.us quondam D.ni Geminiani et Angelae Ruffoni jug., Sacerdos natus in Paraecia S. Nicolai Argentae, aetatis suae annorum 82 circiter

FERRARI - 9 Gennaio 1817
FERRARI Hieronymus, f.us postumus q.m Hieronymi et N.N., qui fuit coniux viventis Joannae Ghirardini, vagus (= vagabondo) ex Fanano de Modena, aetatis suae annorum 55 circiter (povero passante mendicante di Fanano)

24 Febbraio 1668
Maria (cognome non indicato), quae fuit uxor Pauli GAMBERI, ex Paroecia Monsilicis, Status Venetiarum, aetatis suae annorum 50 circiter

GAMBERI - 25 Febbraio 1668
Franciscus GAMBERI, ex Paroecia Monsilicis, Venetiarum Status, aetatis suae annorum 22 circiter

GARDELLI - 28 Gennaio 1793
Lucia, f.a Antonii GARDELLI, in montibus nata in Paraecia S. Antonii vulgo Fontana Moneta, ubi baptizata fuit, uxor relicta a viro suo, cuius nomen ignoratur, aetatis suae annorum 60 circiter

GARTI (?) - 29 Aprile 1808
GARTI (?) Joannes Antonius, f.us quondam Nicolai et Dominicae Venturini, ex Communi Longastrini, hic ductus valendini (?) gratia bis viduus prius ob mortem Angelae Grassi, postea ob mortem N. (non indicata), aetatis suae annorum 55 circiter, obiit et sepultus fuit in Coemeterio.

GRILLI - 1 Marzo 1828
GRILLI Eva Scolastica Maria Theresia, f.a nubilis q.m Dominici Antonii et q.m Cecilae Anconelli jug., ex Longastrino, aetatis suae annorum 48 circiter (Povera serviente nel Borgo)

MAESTRI - 25 Gennaio 1867
MAESTRI Maria Angela, Forlivensis, monacha Dorothaea hic degens uti magistra in hoc Orphanotrofio, aetatis suae annorum 31 circiter

MAGGI - 1 Luglio 1723
Isabella MAGGI, quae fuit uxor quondam Joseph Ambrosi de Mantua, aetatis suae annorum 55 circiter

MALIGNANI - 23 Gennaio 1863
MALIGNANI Aloysia (di Trento), f.a Matthaei et Joannae Lucci, quae fuit uxor Josephi Lama, aetatis suae annorum 30 circiter

MEZZAMICI - 18 Novembre 1766
Antonius MEZZAMICI forlivensis, figulus (vasaio) in hac terra, aetatis suae annos 27 vix natus, cum omnia ad se occidendum praeparasset in sua officina, se laqueo suspendit (si impiccò) et quia dubium ortus est an sepeliendus esset in loco sacro, missis litteris ad D.um Vicarium Generalem Faventiae, responsum fuit sepultura ecclesiastica privandum non esse, pro ut sepultus fuit in hoc Coemeterio peractis exequiis per D. Aloysium Armandi de mandato D.ni Archipraesbyteri.

MIGNANI - 8 Aprile 1728
Franciscus MIGNANI, qui fuit maritus Joannae N. (cognome non indicato), ex oppido Russi, aetatis suae annorum 85 circiter

MINGARELLI - 8 Agosto 1831
MINGARELLI Rosa, f.a D.rum Francisci Mariae et (nome illeggibile) Pascoli, ex Santerno, quae fuit uxor q.m Angeli Montanari, aetatis suae annorum 65 circiter

MISCHI - 26 Gennaio 1840
MISCHI Pompeus, ex Cesenatico, f.us caelebs viventis Joannis et Cattarinae Pellini, aetatis suae annorum 40 circiter

MONTESELLI - 18 Febbraio 1666
Matthaeus MONTESELLI (scritto “de Montesellis”) faber de Villa Putei, novi Terrae Monselicis, Status Patavij

NOSTINI - 22 Octobris 1748
D.us Franciscus NOSTINI Lughensis modo conductor molendini (mugnaio) huius Camerae Marchionalis vix trigesimum quintum annum agens piacularium prius Sacrorum ope praesidioque instructus immatura morte suae vitae diem clausit extremum; eius autem petentibus parentibus potestatem deferendi eius cadauer ex hac Parecia ad illam SS.mi Petronij et Prosperi Terrae Lugi, ubi funus satis amplum faciendum eisdem parentes curaverunt non nisi sub conditione solvendi omnia Jurium Parochialia emolumenta ego Angelus Maria Cricca Archip.r feci.

PADOVANI - 15 Dicembre 1797
Dominica, f.a civium Joannis PADOVANI et Rosae Barittoni, quae fuit uxor civis Guidonis Faccini* ex Republica S.ti Marinii, aetatis suae annorum 29 circiter.
*Guido Faccini, proveniente dalla Repubblica di S. Marino, fu notaio a Fusignano. Di lui, nell’Archivio Parrocchiale, esistono due rogiti del 1805 e del 1806, corredati del suo segno tabellionale.

PEZZI - 28 Agosto 1815
PEZZI Joannes, f.us q.m Philippi et Andreae Saini ex Bagnara, viduus q.m Franciscae Mariae Ferretti ex Paroecia S. Joseph in Voltana, aetatis suae annorum 84 circiter (battezzato in S. Mauro di Solarolo)

RIVA - 3 Luglio 1637
Petrus RIVA, di Terra Fontana, aetatis suae (non indicata)

SAVIOLI - 25 Giugno 1820
SAVIOLI Aloysia, f.a q.m Dominici Mariae et Mariae Penazzi ex Longastrino, quae fuit uxor viventis Arcangeli Corelli, aetatis suae annorum 35 circiter (veniva da Longastrino e si chiamava per sopra nome la Churzola)

SEMPRINI - 31 Gennaio 1772
D.na Ippolita SEMPRINI de Cesenatico, coniux olim D.ni Julij Manetti Fusignani, annos septuaginta et septem annos nata

SINTONI - 19 Maggio 1624
Isabella SINTONI da Comacchio, morì all’età di circa 60 anni

SPADAZZI - 22 Ottobre 1812
SPADAZZI Cattherina, f.a D.rum Vincentii (possidente Borgo e domiciliato a Russi) et Annae Romagnoli jug., tres menses vix nata

TAMBURINI - 21 Maggio 1810
TAMBURINI D.na Rosa, f.a quondam Matthaei et quondam Franciscae Ragazzini, quae fuit uxor quondam Dominici Mariae Magnani, aetatis suae annorum 80 circiter (possidente a Lavezzola ed ora domiciliata in Fusignano)

TARRONI - 24 Aprile 1829
TARRONI Nicola, f.us caelebs q.m Vincentii et q.m Cattarinae Gramantieri, aetatis suae annorum 39 circiter (Artiere, battezzato in Argenta)

TASSINARI - 21 Aprile 1623
Antonia TASSINARI da Solarolo, morì all’età di 55 anni

VANNINI - 30 Marzo 1862
VANNINI Annunciata, f.a nubilis olim Josephi et Geltrudis Vaccari, ex Molinella, aetatis suae annorum 44 circiter

VILLANI - 16 Ottobre 1746
Rosa Anna VILLANI, quae fuit uxor D.ni Chrispini Mazzanti de Terra Argentae, modo vero Chirurgus conductus Fusignani, aetatis suae annorum 31 circter

ZAFFAGNINI - 12 Luglio 1794
Stephanus ZAFFAGNINI, qui fuit vir Margheritae Faccani, ex Paraecia S. Francisci de Paola, Terrae Lugi, aetatis suae annorum 55 circiter

ZECCHI - 2 Maggio 1664
Alexander ZECCHI de Villa Sollesini (?), Status Venetiarum, aetatis suae annorum 55 circiter

paroni1569
Livello1
Livello1
Messaggi: 217
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 17:46
Contatta:

Messaggio da paroni1569 »

Dai libri parrocchiali di Fusignano (RA)

ARRIANI - 9 Febbraio 1714
Julianus, f.us Pasquini Arriani, florentinus, Ill.mae ac Erxc.mae Marchionissae Fusignani viridarius (giardiniere), aetatis suae annorum 45 circiter

BIGNAMI - 5 Agosto 1810
BIGNAMI Stephanus, f.us Natalis et quondam Beatricis N.(cognome non indicato), qui fuit coniux Emarentianae Calgarini, Bononiensis ex Paraecia hic per accidens morans, morbo correptus, aetatis suae annorum 53 circiter (muratore - Catello)

BRIGANTINI - 13 Dicembre 1864
BRIGANTINI Dominicus, f.us Aloysii et Joannae N., qui fuit coniux Margaritae Casanova, ex Faventina Dioecesi, aetatis suae annorum 44 circiter

BOLDRINI (o BULDRINI) - 10 Settembre 1682
D. Maria Fortunata BOLDRINI (o BULDRINI), Monaca Tertij Ordinis S. Francisci civitatis Bononiae,
aetatis suae annorum 30 circiter

BULDRINI - 19 Ottobre 1669
D.nus Caesar BULDRINI Bononiensis Pharma egro Fusignani, aetatis suae annorum 35 circiter

BORDINI - 1 Febbraio 1696
Joannes BORDINI, Patavinus ut dixit, aetatis suae annorum 60 circiter

CALORI - 20 Agosto 1806
CALORI D.na Anna, f.a quondam D.ni Joannis, Bononiensis, quae fuit uxor D.ni Petri Tonelli Medici hic Conducti, aetatis suae annorum 34 et menses 4

CALVI - 30 Ottobre 1802
Caesar, f.us Vincentii CALVI et Angelae Belardi Bononiensium, duos annos circiter natus

CAVALLARI - 22 Agosto 1812
CAVALLARI Lucas, f.us quondam Antonii et quondam Annunciatae N.(non indicato), colonus ex Pontius Volà in Territorio Bononiensi, qui fuit coniux Libertae Zarri viventis a Baricello (?), casu hic factus infirmus aetatis suae annorum 40 circiter

CESCHI - 23 Settembre 1806
CESCHI Vincenzo, f.us quondam Dominici et Theresiae Scandini, satelles (gendarme) Bononiensis

CORELLI - 7 Gennaio 1801
Elisabet, f.a quondam Marchionis Hiacyntii CORELLI et Joannae CODRONCHI de civitate Bononiae jugalium, aetatis suae annorum 51 circiter

DALLOSSO - 24 Gennaio 1659
Admodum Rev.dus D.nus Dominicus Antonius DALLOSSO faventinus, magister publicus gimnasij Fusignani, aetatis suae annorum triginta circiter

FERNETI (?) - 21 Dicembre 1666
Ercoles FERNETI (?) (scritto “de Ferneis”) Bononiensis, aetatis suae annorum 50 circiter

FERRI - 28 Settembre 1643
Dominicus FERRI faventinus, aetatis suae annorum septuaginta circiter

GARBAGNI - 28 Novembre 1827
GARBAGNI D.nus Caetanus, f.us D.rum Joannis Baptistae et N.N. Bononiensium, qui fuit coniux viventis
D.nae Beatricis (cognome illeggibile), aetatis suae annorum 70 circiter

GARBAGNI - 28 Giugno 1874
GARBAGNI Dominicus Joseph, f.us Antonii et Geltrudis Ghelli Bononiensis, qui fuit coniux D.nae
Angelae Bellenghi, aetatis suae annorum 81 circiter

MAZZANTI - 27 Marzo 1823
MAZZANTI N., f.us Joseph ex Castris S. Petri Bononiensis, tres horas vix natus et vix baptizatus

MAZZOTTI - 4 Maggio 1777
Theresa MAZZOTTI, uxor quondam Andreae Saviotti ex Paraecia S. Michaelis Faventiae, incidentem hic commoratur in Palatio Marchionali, aetatis suae 43 circiter annos nata

MEDINI - 15 Dicembre 1697
Sanctes MEDINI, Anconetanus tinctor Lugi, aeatis suae annorum 55 circiter, obijt nullis Sacramentis
munitus eo quod inventus fuit mortuus in alveo canalis molendini huius terrae, obructus aqua eiusdem
canalis et sepultus fuit in tumulo Societatis SS.mi Nominis Jesu

MENOTTI - 4 Febbraio 1815
MENOTTI Joannes, f.us q.m Matthaei della Rocchetta (sic!) et Joannae Succi Modonesij, qui fuit coniux
Mariae Alexandrae Succi della Rocchetta ex Tridento ex Professione pastor, etatis suae annorum 67

MINGOLINI - 20 Febbraio 1647
D.nus Thomas MINGOLINI faventinus, aetatis suae annorum 35 circiter, obijt sine Sacramentis refectus
ob archibugi ictum et statim Animam exalavit et sepultus fuit in hac Parochiali Ecclesia.

PADOVANI - 20 Novembre 1762
D.us Dominicus Marcellus PADOVANI Faventinus, olim cum D.na Elisabeth Chierici secundi lecti matrimonij vinculo conjunctus, annos 65 circiter natus, in studiis humanitatis ac Litterarum versatissimus, qui Ludi Magistri in hac terra, qui septem supra quadraginta annos cum magna iuventutis utilitate functus est, omnibus Ecclesiae Sacramentis prius munitus, nec non eius Anima D.O.M. commendata, pridie diem suum obivit et, peractis exequijs iuxta ritum S.M.E. per me Angelum Mariam Cricca Archipraesbyterum, sepulturam obtinuit in tumulo SS.mi Nominis Dei de juribus huius Rev.dae Comuniae. Ita est.

PADOVANI - 12 Ottobre 1698
Franciscus PADOVANI Florentinus, aetatis suae annorum 40 circiter

RAINESI - 3 Novembre 1809
RAINESI Joachim, f.us quondam Antonii et quondam Margheritae N. (cognome non indicato), ex Territorio Bononiensi et ex Paraecia S. Georgi, qui fuit coniux quondam Margheritae Pancaldi, aetatis suae annorum 75 circiter (bracciante – Contrada Minore del Castello)

RAVIOLI - 29 Gennaio 1766
Joannes RAVIOLI Faventinus, aetatis suae annorum 36 circiter

ZAGHI - 17 Maggio 1798
Angelus, f.us civis Antonii ZAGHI, ex urbe Patavio, qui fuit coniux Dominicae Geminiani, aetatis suae annorum 33 circiter, omnibus Ecclesiae Sacramentis prius refectus, ex hac vita discessit et sepultus fuit in novo Coemeterio

edit: elenco dopo elenco, le pagine possono diventare problematiche da consultare. Forse non tutti lo sanno, ma premendo contemporaneamente i due tasti "Ctrl" ed "F", in alto a destra, apparirà una minuscola finestra dove inserire ad es il cognome che si sta cercando, o qualsiasi altra parola (intera o non), in modo da velocizzare la ricerca.

Avatar utente
bigtortolo
Staff
Staff
Messaggi: 5367
Iscritto il: venerdì 14 novembre 2008, 10:42
Contatta:

Messaggio da bigtortolo »

paroni 1569, visto che sei il titolare del brevetto, cosa ne pensi di inserire anche stralci di notarili (tradotti)?
Vittore

paroni1569
Livello1
Livello1
Messaggi: 217
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 17:46
Contatta:

Messaggio da paroni1569 »

Purtroppo gli atti notarili di Fusignano che si sono salvati sono pochissimi. Vedi MP.
Più che un brevetto, vedo un "testimone" che dovrebbe passare di mano in mano. La mia frazione sta finendo... :)

Avatar utente
bigtortolo
Staff
Staff
Messaggi: 5367
Iscritto il: venerdì 14 novembre 2008, 10:42
Contatta:

Messaggio da bigtortolo »

Letto MP e risposto.
Domani pubblico qualche not.
Ottimo il suggerimento per la ricerca rapida.
Vittore

Avatar utente
bigtortolo
Staff
Staff
Messaggi: 5367
Iscritto il: venerdì 14 novembre 2008, 10:42
Contatta:

Messaggio da bigtortolo »

11 Ottobre 1526 in Asigliano
Marchione de TORGHIO di Solonghello testimone

19 Maggio 1527 in Asigliano
Giovanni Giacomo figlio del fu magister Bernardino MAZZARIJ di Milano abitante a Vercelli testimone

1527 ultimo giorno di Maggio in Asigliano
Acquisto di Michele GUARDABUSONIS de Crepacorio

15 Maggio 1528 in Asigliano
Bernardo figlio del fu Viano BLANDI abitatore «Zongij cantonij Crepacorij», vende a Milano de SOLARIO figlio del fu Uberto una pezza di terra altenata di circa un quartarone a misura di Crevacuore, luogo detto «ad Pianam», coerente la via comune, lo stesso compratore e i figli di Pietro POME, per il prezzo di 23 fiorini di Milano

29 Giugno 1528 in Pertengo
Testamento di Giovanni de GABELLA de Curino.
Testimoni:
Giletto figlio del fu Domenico de la PARAZHA di Curino
Giovanni de la NOVARENSA de Gabella di Curino

1530 ultimo giorno di Febbraio in Asigliano
Sereno, figlio del fu Francesco de ORTOLINO del luogo di Biandrate, confessa di avere ricevuto dal nobile Giacomo de Eua 650 fiorini di Milano in moneta corrente nella città di Vercelli solo in denari numerati, computata l’aggiunta di 300 fiorini fatta dallo stesso Sereno per donazione di nozze.

3 Febbraio 1539 in Asigliano
Essendo il venerabile signor prete Giacomo de Cerano debitore del venerabile signor prete Vincenzo de ROSARINIS di Rosasco, ducato di Milano, canonico della chiesa cattedrale della città di Vigevano, di 257 scudi del sole e un testone a causa di un mutuo, e non avendo alcun modo e possibilità di soddisfare il debito, il debitore dà in pagamento le infrascritte cose immobili......

5 Giugno 1563 in Vercelli
Testimoni Bongiano del fu Antonio SCHENA, Johanne Maria del ZOLA e Antonio figlio di Francesco de ARDICINO, tutti di Viverono. Pietro PASTORIO di Viverono confessa di essere vero debitore e di dover dare alle oneste Maria e Catherina della MASCARPINA, madre e figlia, cittadine e gabelliere di Vercelli, 12 scudi da 8 fiorini l’uno

15 Settembre 1565 in Asigliano
Procura ad causas di Maria, moglie di Matheo di Pasquino dal Olmo, Margarita moglie di Johanne Flegia e Madalena moglie di Bertramo SOTTOMAGIORE (Sotomayor, ispanico)

15 Agosto 1566 in Asigliano
Zanino del fu Pietro Barocino di Sigliano vende per libero e franco allodio a Stefano figliolo del fu Christoforo de BASONO milanese una pezza di terra piantalata di uno staro e mezzo sita sulle fini di Sigliano

11 Marzo 1567 in Asigliano
Testimoni Deffendente Coletto del fu Zanino di Sigliano, Cabrielle del fu Johanne de Blanzate abitante in Sigliano e Jacobo de SILVA di Baldisser. Avendo nei giorni passati messer Andrea dal Olmo di Sigliano venduto a Ludovico de BECOTTO e a Bertholameo suo fratello di Campo di Castelnovo un campo situato sulle fini di Baudisser, luogo detto «al Maglioli», coerente «la Malesna», gli eredi del fu messer Carlo del Castello di Baudisser e messer Gioanni Antonio del fu messer Gaspardo, come consta per instrumento ricevuto per il nobile messer Agostino BOZELLO di Murieu notaio, al quale, se necessario si abbia degna relazione; siccome conviene che per la detta vendita s’abbia il consenso della signora Susana, moglie di detto messer Andrea, essendo tale causa di sua giurisdizione e signoria, come qui è stato detto, da qui è che, personalmente costituita, la detta signora Susanna ha approvato, omologato e ratificato il detto instrumento di vendita fatto da messer Andrea suo marito assente come se presente, per il prezzo di 29 scudi d’Italia, attualmente numerati e sborsati nelle mani della signora Susanna dal detto Ludovico in scudi d’oro e moneta d’argento.

20 Settembre 1582 in Vercelli
Antonio GATTINARA del fu Jorio e Dominico del fu Henriotto BERGAMO detto della Drusiana abitanti in Casanova, confessano di essere veri debitori di messer Aron de Sacerdotti, ebreo di Vercelli, della somma di 10 scudi da 9 fiorini l’uno, qui attualmente numerati, sborsati e ricevuti in buona moneta ducale, per causa di puro prestito, somma che promettono di restituire a messer Aron, assieme al legittimo interesse

20 Dicembre 1583 in Vercelli
Marcho Antonio BONARDO del fu Johanne cremonese, abitante sulle fini di Casanova, alla Drusiana, confessa di essere vero debitore del nobile messer Aron ebreo in Vercelli, della somma di 5 scudi d’Italia a 9 fiorini di Savoia per scudo, qui attualmente sborsati e numerati in moneta ducale e dal Bonardo ritirati, per causa di puro prestito che Marcho Antonio promette di restituire a messer Aron entro le calende di Maggio, con l’interesse ebraico che correrà fino al pagamento dell’intero debito, conformemente ai previlegi concessi da S. A.

1586 primo Marzo in Villarboit
Testimoni Johanne BAUZONO figlio del fu Cristophoro, Bertholomeo del PISO del fu Antonio di Valarboijto e Batista BASSANO pavese figlio del fu Bassano abitante in Valarboijto. Essendo occorsa, nei giorni passati, una disgrazia a Dominico CIRIOLA di Valarboito il quale si trovava nel sedime della signora contessa di Valarboito con una barozza carica di risone e buoi aggiogati, i buoi si spaventarono e si misero a correre attraverso il detto sedime, e Dominico non potè in alcun modo fermarli nonostante ogni fatica fatta, fino a che travolsero Andrea bulazo figlio del fu Marcho Antonio BERSANO abitante in Valarboito, di circa 20 anni, storpio alle gambe, che restò impigliato sotto la barozza e schiacciato, di modo che morì senza confessione, lasciando le sorelle Margarita e Dominica e i cognati Johanne Bauzono e Ubertino da Gattinara. Essendo ora Dominico Ciriolla molestato dal signor fiscale della contessa, ha chiesto alle sorelle e cognati predetti di volergli dare la pace, atteso che fu una disgrazia occorsa a suo dispetto, e di voler far pace per amore di Dio, offrendosi, per il futuro, pronto ad aiutarli e favorirli in tutto ciò che potrà, pur di non essere più perseguitato dal detto fisco e da qualunque altra persona. Per cui, personalmente costituite Margarita e Dominica, rinunciando al beneficio della minore età etcetera, con loro giuramento etcetera, danno la vera pace e perdono della detta disgrazia occorsa al detto Dominico Ciriolla, condonandogli ogni danno patito a causa della morte del loro fratello, pregando che il signore Iddio gli perdoni il detto fallo, come anche S. A., la signora contessa di Valarboito e tutti i loro ufficiali. In segno di vera pace esse sorelle gli hanno toccato la mano, promettendo per l’avvenire di tenerlo come un buon fratello.

13 Maggio 1586 in Vercelli
Condanna di Bernardo FRAGIA di Auzano, stato di Monferrato

12 Gennaio1588 in Vercelli
Procura a vendere per Jacobo del fu Gaspardino de MARTINO di Formignana
Testimone: Antonio di MARTINO di Ronzo del cantone di Messerano abitante in Formignana
Confinanti:
Martino Gilli, eredi di Andrino di ROVASINO (ROASIO), Pietro GILETTO, Martino GILLIO e Stefano BICOCHA
Beneficiari della vendita per restituzione di dote:
Batista RIGADO di Strambino e a Catherina sua moglie e matrigna di esso Jacobo, per le doti di Catherina, vedova del fu Gaspardino suo primo marito e suo padre.

8 Agosto 1588
testimoni Gioanni Batista Salis cittadino di Vercelli e di Glaudio IMPIO di Motier di Talantasa, abitante in Vercelli. Pietro TATÀ del fu Johanne di Talantasa, parochia di Desalue del ducato di Savoia, confessa di essere vero debitore di Johanne CAVALÈ di Talantasa abitante e resigato in Vercelli, della somma di 4 scudi e mezzo per la vendita di una veste turchina e una spada, e promette di pagare entro il prossimo Natale.

5 Febbraio 1590
Sindacato per capi di casa della Comunità di Formignana
Fatto sulla piazza di Formignana, dove sta il forno e dove si suole fare tali atti e altri consimili, presenti per testimoni Antonio Zanino figlio del fu Johanne Pietro di Cravagliana val di Sesia zavattino, Paulo figlio del fu Jacobo VERCELLINO di Strambino fameglio di Pietro di GULLINO. Convocata e congregata dal magnifico signore Jacobo Maria consigliere di Collobiano la general credenza e università del luogo di Formignana, preceduta come al solito dal suono della campana, con licenza e autorità del magnifico signore Constantino Ticione cittadino e notaio collegiato di Vercelli, podestà di Collobiano, Formignana e altre sue pertinenze, per ordine di Juvenal PASTOR figlio di Batista di Cosal, abitante e console di Formignana, nel qual consiglio sono intervenuti e stati presenti
detto Juvenal console
il signor Carlo figlio del fu Johanne Maria CLAUSETTO di Formignana
Antonio GILETTO del fu Martino di Aluisio di Formignana
Antonio di MARTINO di Messerano abitante in Formignana
Martino GILLIO del fu Gillio di Cossal abitante in Formignana
Pietro PERROTTO del fu Antonio di Formignana
Pietro di Gulliermino del fu Gulliermino di Messerano abitante in Formignana
Isoppo MANGHISONO del fu Antonino di Frasiney abitante in Formignana
Germano di LONGO del fu Antonino di S. Germano abitante in Formignana
Batista de THOMATIS del fu Batista di Santià abitante in Formigana
Michel di BORNENGHI del fu Jorio di Messerano abitante in Formignana
Pietro di Bernardo FRANCHINO di Albano abitante in Formignana
Zanino VILLA del fu Zanino di Strambino abitante in Formignana
Dominico di Bertholameo del fu Antonio di Castelamonte abitante in Formignana
Francesco del fu Pietro de LANZO di Formignana
che, come hanno detto, sono più delle due parti di tre di tutti i capi di casa, università e popolo di Formignana, per mezzo dei quali si solgono trattare i negozi di detta Comunità, i quali, non revocando alcun loro procuratore sinora costituito, ma anzi confermandolo, costituiscono e deputano in loro vero messo, nunzio e indubitabile procuratore i molto magnifici signori Jacobo Gromo di Biella monsignor di Ternengo, Gioanni Francesco Pettenato cittadino di Vercelli, messer Francesco Mafiotto, messer Gioanni Dominico CHIAVASOTTJ (o CHIAVAROTTJ), Antonio GATTO causidico di Turino e messer Dominico Marinono, al fine di assumere a carico e pagare per ognuno di essi costituenti e di tutta la Comunità la loro giusta rata parte del donativo di S. A. Serenissima, conformemente a quanto ha fatto il resto del paese di detta S. A. Serenissima, pregandola umilmente a riguardo della miseria e povertà della detta misera terra, promettendo essi costituenti e Comunità di avere grato, valido e fermo quanto sarà fatto dai predetti procuratori.

20 Febbraio 1590 in Casanova
Massarizio di messer Cesare SALLA oste di Vercelli, figlio del fu Johanne Battista di Milano ai fratelli Antonio e Laurentio del Cerruto di Stropiana
Testimoni: signor Agostino AVAGRO figlio del fu signore Johanne Jacobo, di Tomaso GALANDRINO di Casanova e di Agostino BEYO di Candelo figlio del fu Jacobo ferraro di Casanova

22 Dicembre 1590 in Vercelli
Debito di Giullio di CANÈ del fu Vincentio di Castelletto.
Testimoni: messer Gioanni Jacobo BONZANINO di Gattinara, abitante in Vercelli
Attori: Gioanni Antonio CAGNA di Castelletto, Pietro RONDO figlio del fu Franchino
Confinanti: monsignor mestro (sic) Liatto di Zanino del CERRUTO
Vittore

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti