Pagina 1 di 1

Luogo di morte diverso dalla residenza

Inviato: venerdì 4 settembre 2020, 1:39
da SimoneL
Ciao a tutti, avrei bisogno di un chiarimento.
Quando una persona moriva in un luogo diverso da quello in cui risiedeva, dove e come veniva dichiarata e trascritta la morte?
Presumo che il decesso venisse notificato al comune di residenza della persona, ma poi cosa accadeva? L'atto di morte veniva redatto nel comune in cui era avvenuta la morte, in quello di residenza o in entrambi?
Oppure la procedura variava in base al luogo?
(Una situazione di questo tipo potrebbe essere accaduta ad un mio trisnonno morto nel 1912.)
Grazie in anticipo! :D

Re: Luogo di morte diverso dalla residenza

Inviato: venerdì 4 settembre 2020, 4:28
da Leccoguy
Se stiamo parlando del 1912, normalmente l'atto di morte veniva trascritto in entrambi i luoghi. Nella luogo in cui e' morto lo dovresti trovare nel Registro dei Morti, Parte Prima. Nel Luogo di residenza dovrebbe essere nel registro dei Morti, Parte Seconda, Serie A (nel caso sia morto in un altro comune italiano), Serie B (se ' morto in ospedale/ospizio), Serie C (se e' morto all'estero o se vi sono altre circostanze particolari riguardo alla morte).

Re: Luogo di morte diverso dalla residenza

Inviato: venerdì 4 settembre 2020, 13:06
da marziabraussi
Certamente veniva trasmesso anche al comune del luogo di nascita. Ma da parte di chi? Da parte del comune in cui è morto o da parte del comune di residenza ?

Re: Luogo di morte diverso dalla residenza

Inviato: venerdì 4 settembre 2020, 14:24
da Leccoguy
E' compito dell'atto di civile che ha redatto l'atto, trasmetterlo sia al comune di nascita che a quello di residenza.