Parrocchie a Palermo

Postate qui le vostre richieste d’aiuto, chiarimenti o informazioni per le proprie ricerche genealogiche. Tutti sono invitati a dare il loro contributo.

Moderatori: mmogno, Staff, Collaboratori

Avatar utente
aquilegia2011
Livello4
Livello4
Messaggi: 771
Iscritto il: venerdì 3 febbraio 2012, 11:59
Contatta:

Messaggio da aquilegia2011 »

adasdia ha scritto:... A queste vanno aggiunte altre 4 piccole parrocchie, non di quartiere, ma riservate a particolari categorie (militari, etc.): S. Nicolò dei Greci (la Martorana, cattolica di rito greco), SS. Giovanni Battista e Silvestro a Castellammare, S. Pietro Apostolo (la Cappella Palatina), S. Giacomo del Quartiere.
Per favore adasdia, anche dopo il 1820 esistevano queste piccole parrocchie? Non riesco a trovare l'atto di morte del 1856 del mio trisavolo, ufficiale sanitario addetto all'Ospedale militare di Santa Cita e residente nei pressi, a S. Sebastianello - sezione Porto. E' possibile che la parrocchia di riferimento sia SS. Giovanni Battista e Silvestro a Castellammare, data la vicinanza e l'ambito militare?
Sono Giulia e svolgo le mie ricerche qui: Isernia, Napoli, Caserta, Gaeta, Palermo, Messina, Roma, Firenze, Arezzo, Isola d'Elba, Perugia, Macerata, Ancona, Milano, Como, Bergamo, Lugano/Svizzera, Pirano/Istria

dario68
Livello1
Livello1
Messaggi: 125
Iscritto il: martedì 30 luglio 2013, 11:15
Località: roma
Contatta:

Messaggio da dario68 »

è nel certificato di morte presentato per il matrimonio del figlio. Dovrebbe essere quindi la trascrizione dell'atto di morte avvenuta all'ospedale.
La morta è la quarantaduenne Nunzia (finora allella) figlia di Domenico Allegro.
Immagine

Questa morte però non risulta nell'elenco dei morti a palermo, quello stampato. C'è una Nunzia Allegro ma ha 4 anni i nomi dei genitori però coincidono... l'elenco è quello dal 1820 al 1835 e l'anno di morte riportato è del 39, non è l'unico caso.
https://www.familysearch.org/ark:/61903 ... cat=316910
Non c'è nemmeno negli atti del quartiere S. Oliva. nel 1830 dove invece c'è qualche "Allegro" morto. Sai dove sono gli atti dell'ospedale?
dario>Antonino1926>Giovanni1894>Antonino1850>Giovanni1814>Antonino1782>Giovanni1752>Pietro1713>Antonino1679>Francesco?

adasdia
Livello2
Livello2
Messaggi: 299
Iscritto il: venerdì 27 febbraio 2009, 12:53
Località: Palermo
Contatta:

Messaggio da adasdia »

aquilegia2011 ha scritto: Per favore adasdia, anche dopo il 1820 esistevano queste piccole parrocchie? Non riesco a trovare l'atto di morte del 1856 del mio trisavolo, ufficiale sanitario addetto all'Ospedale militare di Santa Cita e residente nei pressi, a S. Sebastianello - sezione Porto. E' possibile che la parrocchia di riferimento sia SS. Giovanni Battista e Silvestro a Castellammare, data la vicinanza e l'ambito militare?
Sì, esistevano anche dopo il 1820, anzi dopo quella data ne nascono man mano anche tante altre, delle quali non ho però tenuto il conto (la più antica è certamente S. Gaetano (1821).
Comunque, è possibile che la morte del tuo trisavolo sia stata registrata a SS. Giovanni Battista e Silvestro a Castellammare oppure a S. Lucia al Borgo (ora alla parrocchia del Monserrato).
Prova a guardare se trovi qualche indicazione fra gli allegati di morte dello Stato Civile (non ho controllato se per quel periodo ce ne sono).
Ultima modifica di adasdia il mercoledì 29 gennaio 2020, 17:03, modificato 1 volta in totale.
Alfredo 1951 < Aldo 1921 < Alfredo 1871 < Pietro 1838 < Ignazio 1802 < Pietro 1762 < Gioacchino 1724 < Pietro 1682 < Vincenzo 1648c. < Andrea 1622c. < Paolo 1585c. < Giovanni 1563c. < Andrea, prima metà XVI sec.

adasdia
Livello2
Livello2
Messaggi: 299
Iscritto il: venerdì 27 febbraio 2009, 12:53
Località: Palermo
Contatta:

Messaggio da adasdia »

dario68 ha scritto:è nel certificato di morte presentato per il matrimonio del figlio. Dovrebbe essere quindi la trascrizione dell'atto di morte avvenuta all'ospedale.
La morta è la quarantaduenne Nunzia (finora allella) figlia di Domenico Allegro.

Questa morte però non risulta nell'elenco dei morti a palermo, quello stampato. C'è una Nunzia Allegro ma ha 4 anni i nomi dei genitori però coincidono... l'elenco è quello dal 1820 al 1835 e l'anno di morte riportato è del 39, non è l'unico caso.
https://www.familysearch.org/ark:/61903 ... cat=316910
Non c'è nemmeno negli atti del quartiere S. Oliva. nel 1830 dove invece c'è qualche "Allegro" morto. Sai dove sono gli atti dell'ospedale?
Gli atti di morte dell'Ospedale sono (a me è occorso di trovarne così) in registri a parte all'interno della Sezione dello Stato Civile di S. Cristina. Comunque, potrebbe essere errato l'anno indicato (capita talvolta negli Indici a Stampa), come anche l'età, soprattutto quando il decesso avviene in Ospedale. A mio avviso, la persona è quella che tu cerchi.
Alfredo 1951 < Aldo 1921 < Alfredo 1871 < Pietro 1838 < Ignazio 1802 < Pietro 1762 < Gioacchino 1724 < Pietro 1682 < Vincenzo 1648c. < Andrea 1622c. < Paolo 1585c. < Giovanni 1563c. < Andrea, prima metà XVI sec.

Avatar utente
aquilegia2011
Livello4
Livello4
Messaggi: 771
Iscritto il: venerdì 3 febbraio 2012, 11:59
Contatta:

Messaggio da aquilegia2011 »

adasdia ha scritto:
aquilegia2011 ha scritto: Per favore adasdia, anche dopo il 1820 esistevano queste piccole parrocchie? Non riesco a trovare l'atto di morte del 1856 del mio trisavolo, ufficiale sanitario addetto all'Ospedale militare di Santa Cita e residente nei pressi, a S. Sebastianello - sezione Porto. E' possibile che la parrocchia di riferimento sia SS. Giovanni Battista e Silvestro a Castellammare, data la vicinanza e l'ambito militare?
Sì, esistevano anche dopo il 1820, anzi dopo quella data ne nascono man mano anche tante altre altre, delle quali non ho però tenuto il conto (la più antica è certamente S. Gaetano.
Comunque, è possibile che la morte del tuo trisavolo sia stata registrata a SS. Giovanni Battista e Silvestro a Castellammare oppure a S. Lucia al Borgo (ora alla parrocchia del Monserrato).
Prova a guardare se trovi qualche indicazione fra gli allegati di morte dello Stato Civile (non ho controllato se per quel periodo ce ne sono).
Grazie mille adasdia! Il parroco di Maria SS del Monserrato - una persona molto gentile - mi aveva scritto tempo fa che non risultava il nominativo del mio trisavolo. Ora si è aperto uno spiraglio con la parrocchia di SS Giovanni Battista e Silvestro a Castellammare. Il problema è che lo Stato Civile non riporta l'atto di morte (ho controllato non solo gli indici decennali, ma tutti i registri del 1856, sezione per sezione e gli atti diversi) e so che il mio avo era morto proprio a Palermo in quell'anno.
Sono Giulia e svolgo le mie ricerche qui: Isernia, Napoli, Caserta, Gaeta, Palermo, Messina, Roma, Firenze, Arezzo, Isola d'Elba, Perugia, Macerata, Ancona, Milano, Como, Bergamo, Lugano/Svizzera, Pirano/Istria

dario68
Livello1
Livello1
Messaggi: 125
Iscritto il: martedì 30 luglio 2013, 11:15
Località: roma
Contatta:

Messaggio da dario68 »

ok la cerco! Grazie!
dario>Antonino1926>Giovanni1894>Antonino1850>Giovanni1814>Antonino1782>Giovanni1752>Pietro1713>Antonino1679>Francesco?

adasdia
Livello2
Livello2
Messaggi: 299
Iscritto il: venerdì 27 febbraio 2009, 12:53
Località: Palermo
Contatta:

Messaggio da adasdia »

aquilegia2011 ha scritto: Grazie mille adasdia! Il parroco di Maria SS del Monserrato - una persona molto gentile - mi aveva scritto tempo fa che non risultava il nominativo del mio trisavolo. Ora si è aperto uno spiraglio con la parrocchia di SS Giovanni Battista e Silvestro a Castellammare. Il problema è che lo Stato Civile non riporta l'atto di morte (ho controllato non solo gli indici decennali, ma tutti i registri del 1856, sezione per sezione e gli atti diversi) e so che il mio avo era morto proprio a Palermo in quell'anno.
La cosa è strana, perchè non mi è mai capitato di non trovare negli Indici l'indicazione di un atto di morte della quale ero certo che fosse avvenuta a Palermo. Ma, spesso, ho dovuto cercare tutte le possibili varianti (leggi "storpiature"...) del cognome...
Se, invece che il 1856, l'anno fosse stato il 1837 (anno del colera a Palermo), magari sarebbe stato possibile che la persona fosse deceduta in Ospedale senza che se ne conoscessero le generalità, ma nel 1956 la cosa è molto strana. E' possibile che il decesso sia avvenuto casualmente in una località nelle immediate vicinanze di Palermo?
Alfredo 1951 < Aldo 1921 < Alfredo 1871 < Pietro 1838 < Ignazio 1802 < Pietro 1762 < Gioacchino 1724 < Pietro 1682 < Vincenzo 1648c. < Andrea 1622c. < Paolo 1585c. < Giovanni 1563c. < Andrea, prima metà XVI sec.

Avatar utente
aquilegia2011
Livello4
Livello4
Messaggi: 771
Iscritto il: venerdì 3 febbraio 2012, 11:59
Contatta:

Messaggio da aquilegia2011 »

adasdia ha scritto:
aquilegia2011 ha scritto: Grazie mille adasdia! Il parroco di Maria SS del Monserrato - una persona molto gentile - mi aveva scritto tempo fa che non risultava il nominativo del mio trisavolo. Ora si è aperto uno spiraglio con la parrocchia di SS Giovanni Battista e Silvestro a Castellammare. Il problema è che lo Stato Civile non riporta l'atto di morte (ho controllato non solo gli indici decennali, ma tutti i registri del 1856, sezione per sezione e gli atti diversi) e so che il mio avo era morto proprio a Palermo in quell'anno.
La cosa è strana, perchè non mi è mai capitato di non trovare negli Indici l'indicazione di un atto di morte della quale ero certo che fosse avvenuta a Palermo. Ma, spesso, ho dovuto cercare tutte le possibili varianti (leggi "storpiature"...) del cognome...
Se, invece che il 1856, l'anno fosse stato il 1837 (anno del colera a Palermo), magari sarebbe stato possibile che la persona fosse deceduta in Ospedale senza che se ne conoscessero le generalità, ma nel 1956 la cosa è molto strana. E' possibile che il decesso sia avvenuto casualmente in una località nelle immediate vicinanze di Palermo?
Sono d'accordo con te: o il cognome (poco diffuso in Italia e di origine molisana) è stato storpiato - e infatti ho intenzione di cercare tutte le varianti possibili - oppure è morto nei dintorni di Palermo, anche se è un'ipotesi secondaria, perchè la sua professione lo obbligava a stare sempre nei pressi dell'ospedale...pensa che si era dovuto sposare per procura perchè la sposa era di Napoli. Comunque mi metterò anche in contatto con l'Archivio Storico Diocesano per la parrocchia che mi hai segnalato. Grazie ancora.
Sono Giulia e svolgo le mie ricerche qui: Isernia, Napoli, Caserta, Gaeta, Palermo, Messina, Roma, Firenze, Arezzo, Isola d'Elba, Perugia, Macerata, Ancona, Milano, Como, Bergamo, Lugano/Svizzera, Pirano/Istria

Kaharot
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 2504
Iscritto il: domenica 24 giugno 2012, 16:23
Contatta:

Messaggio da Kaharot »

adasdia ha scritto: Curiosamente, nel corso delle mie ricerche, mi sono imbattuto in questo cognome, perchè a volte trovavo il mio cognome (D'Asdia) così storpiato.
Una volta accertato che non ci fosse correlazione fra questa famiglia (D'Asta e Asta) e la mia, non ho conservato i relativi appunti, ma ho il ricordo (mi riferisco in particolare al Settecento ed alla fine del Seicento) che spesso la famiglie Asta/D'Asta risultavano originarie di Trapani e provincia.
Grazie, già è qualche cosa in più nel difficile ginepraio delle parrocchie palermitane.
La memoria è la porta indispensabile per entrare nel futuro!
K.

adasdia
Livello2
Livello2
Messaggi: 299
Iscritto il: venerdì 27 febbraio 2009, 12:53
Località: Palermo
Contatta:

Messaggio da adasdia »

aquilegia2011 ha scritto: Sono d'accordo con te: o il cognome (poco diffuso in Italia e di origine molisana) è stato storpiato - e infatti ho intenzione di cercare tutte le varianti possibili - oppure è morto nei dintorni di Palermo, anche se è un'ipotesi secondaria, perchè la sua professione lo obbligava a stare sempre nei pressi dell'ospedale...pensa che si era dovuto sposare per procura perchè la sposa era di Napoli. Comunque mi metterò anche in contatto con l'Archivio Storico Diocesano per la parrocchia che mi hai segnalato. Grazie ancora.
Anni (decenni?) fa consultai i registri di S.Silvestro e S.Giovanni Battista che erano collocati insieme a quelli di S.Giacomo La Marina, mi pare nella Chiesa della Madonna del Lume (comunque, di certo, in una Chiesa situata alla Vucciria). Poi vennero trasferiti in Curia sia quelli di S.Giacomo sia quelli di S.Giovanni Battista e S.Silvestro.
E' molto probabile che i Mormoni, quando microfilmarono i registri di S.Giacomo, inconsapevolmente microfilmarono anche quelli del Castellammare. Pertanto, credo che, cercando bene online su F.S., questi ultimi si possano trovare fra quelli di S.Giacomo. Prova a controllare gli ultimi files, quelli che dove si ripetono gli anni precedenti.

Abbiamo una cosa in comune, a città invertite... Il tuo antenato, residente a Palermo, si sposò a Napoli per procura; il mio trisavolo, residente temporaneamente a Napoli, si sposò per procura a Palermo nel 1836.
Alfredo 1951 < Aldo 1921 < Alfredo 1871 < Pietro 1838 < Ignazio 1802 < Pietro 1762 < Gioacchino 1724 < Pietro 1682 < Vincenzo 1648c. < Andrea 1622c. < Paolo 1585c. < Giovanni 1563c. < Andrea, prima metà XVI sec.

dario68
Livello1
Livello1
Messaggi: 125
Iscritto il: martedì 30 luglio 2013, 11:15
Località: roma
Contatta:

Messaggio da dario68 »

adasdia ha scritto:Purtroppo devo darti una brutta notizia! I registri di S.Croce caricati su F.S. sono delle copie (assolutamente incomplete) depositate in Cattedrale. Ci sono soltanto alcuni registri del Cinquecento ed i Pitazzi Matrimoniali degli anni '20 dell'Ottocento.
Le uniche Parrocchie realmente caricate su F.S. sono la Cattedrale, S.Ippolito e S.Giacomo. Per tutte le altre si tratta di copie, praticamente inutilizzabili, presenti in Cattedrale.
Riguardo al cognome Allegro modificato in Allello può trattarsi a mio avviso di una semplice cattiva lettura di un atto, che ha portato alla modifica del cognome negli atti successivi. Ma, peraltro, il cognome Allello non mi risulta essere presente in Sicilia.
.

Cercata la morte di nunzia allella (nel 1823) su s. ippolito e cattedrale e non trovata.... in compenso è saltato fuori un'altro figlio di domenico allegro e maria bausano, stavolta con la variante Vallello...Ora ho la nascita di tre fratelli ma non trovo il matrimonio dei genitori. C'erano usanze nella scelta della chiesa per il matrimonio? Si andava in quella dello sposa o in quella della sposa?
dario>Antonino1926>Giovanni1894>Antonino1850>Giovanni1814>Antonino1782>Giovanni1752>Pietro1713>Antonino1679>Francesco?

adasdia
Livello2
Livello2
Messaggi: 299
Iscritto il: venerdì 27 febbraio 2009, 12:53
Località: Palermo
Contatta:

Messaggio da adasdia »

Parrocchia della sposa. Talvolta, l'atto veniva trascritto "anche" nei registri della parrocchia dello sposo.
Dove hai trovato la nascita del terzo figlio?
Alfredo 1951 < Aldo 1921 < Alfredo 1871 < Pietro 1838 < Ignazio 1802 < Pietro 1762 < Gioacchino 1724 < Pietro 1682 < Vincenzo 1648c. < Andrea 1622c. < Paolo 1585c. < Giovanni 1563c. < Andrea, prima metà XVI sec.

Avatar utente
aquilegia2011
Livello4
Livello4
Messaggi: 771
Iscritto il: venerdì 3 febbraio 2012, 11:59
Contatta:

Messaggio da aquilegia2011 »

adasdia ha scritto:
aquilegia2011 ha scritto: Sono d'accordo con te: o il cognome (poco diffuso in Italia e di origine molisana) è stato storpiato - e infatti ho intenzione di cercare tutte le varianti possibili - oppure è morto nei dintorni di Palermo, anche se è un'ipotesi secondaria, perchè la sua professione lo obbligava a stare sempre nei pressi dell'ospedale...pensa che si era dovuto sposare per procura perchè la sposa era di Napoli. Comunque mi metterò anche in contatto con l'Archivio Storico Diocesano per la parrocchia che mi hai segnalato. Grazie ancora.
Anni (decenni?) fa consultai i registri di S.Silvestro e S.Giovanni Battista che erano collocati insieme a quelli di S.Giacomo La Marina, mi pare nella Chiesa della Madonna del Lume (comunque, di certo, in una Chiesa situata alla Vucciria). Poi vennero trasferiti in Curia sia quelli di S.Giacomo sia quelli di S.Giovanni Battista e S.Silvestro.
E' molto probabile che i Mormoni, quando microfilmarono i registri di S.Giacomo, inconsapevolmente microfilmarono anche quelli del Castellammare. Pertanto, credo che, cercando bene online su F.S., questi ultimi si possano trovare fra quelli di S.Giacomo. Prova a controllare gli ultimi files, quelli che dove si ripetono gli anni precedenti.

Abbiamo una cosa in comune, a città invertite... Il tuo antenato, residente a Palermo, si sposò a Napoli per procura; il mio trisavolo, residente temporaneamente a Napoli, si sposò per procura a Palermo nel 1836.
Ottimo, grazie! Seguirò senz'altro i l tuo suggerimento.

Anche il tuo trisavolo era un militare?
Sono Giulia e svolgo le mie ricerche qui: Isernia, Napoli, Caserta, Gaeta, Palermo, Messina, Roma, Firenze, Arezzo, Isola d'Elba, Perugia, Macerata, Ancona, Milano, Como, Bergamo, Lugano/Svizzera, Pirano/Istria

dario68
Livello1
Livello1
Messaggi: 125
Iscritto il: martedì 30 luglio 2013, 11:15
Località: roma
Contatta:

Messaggio da dario68 »

adasdia ha scritto:Parrocchia della sposa. Talvolta, l'atto veniva trascritto "anche" nei registri della parrocchia dello sposo.
Dove hai trovato la nascita del terzo figlio?
Nunzia +sorella e fratello vengono battezzati a San Giacomo, Nunzia si sposerà a san giacomo. Ma a san giacomo non trovo ne il matrimonio dei genitori (domenico allegro e maria bausano) ne il battesimo del marito (antonino d'angelo). Quest'ultima cosa torna con quello che dici.

I genitori del marito (Giovanni d'angelo e rosaria grillo) si sposano a san giacomo. ma giovanni viene da leonforte e di rosaria non trovo il battesimo a san giacomo.
dario>Antonino1926>Giovanni1894>Antonino1850>Giovanni1814>Antonino1782>Giovanni1752>Pietro1713>Antonino1679>Francesco?

adasdia
Livello2
Livello2
Messaggi: 299
Iscritto il: venerdì 27 febbraio 2009, 12:53
Località: Palermo
Contatta:

Messaggio da adasdia »

aquilegia2011 ha scritto: Anche il tuo trisavolo era un militare?
Era musicista (pianoforte) e compositore. Pur essendo palermitano, per un certo periodo (almeno dal 1834 al 1842) insegnò al Conservatorio di Musica di Napoli. Nel 1836 si sposò per procura a Palermo con Rosalia Pisani (figlia del Barone Pietro Pisani), che lo raggiunse a Napoli dove nacque il mio bisnonno (Pietro, anch'egli musicista). Dopo pochi anni la famiglia rientrò a Palermo.
Alfredo 1951 < Aldo 1921 < Alfredo 1871 < Pietro 1838 < Ignazio 1802 < Pietro 1762 < Gioacchino 1724 < Pietro 1682 < Vincenzo 1648c. < Andrea 1622c. < Paolo 1585c. < Giovanni 1563c. < Andrea, prima metà XVI sec.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 13 ospiti