Pagina 1 di 1

Vita di un colono

Inviato: domenica 9 febbraio 2020, 16:00
da Alente
Chi di noi non ha almeno un antenato colono?
Il colono a differenza di un normale bracciante, aveva un contratto con il proprietario della terra: quest'ultimo forniva una casa e metà utili annui al coltivatore, gli utili restanti ovviamente al proprietario. Tuttavia qualcuno più esperto di me mi sa dire meglio su questa professione? Il colono quali altri obblighi aveva? E quante possibilità aveva il colono di liberarsi da questo vincolo?

Inviato: domenica 9 febbraio 2020, 17:09
da alegdansk
Per svincolarsi dal contratto (che spesso era di enfiteusi) credo bastasse non metterci la croce al momento di rinnovarlo...anche se non credo gli convenisse, dal momento che si rimaneva di fatto in mezzo alla strada e senza nulla da mangiare. L'obbligo come colono era quello di lavorare il campo e tenere in piedi la casa. Spesso il contratto era trasmissibile ai figli...o meglio, al maschio primogenito e poteva durare anche a vita, senza necessità di rinnovarlo.

Inviato: mercoledì 12 febbraio 2020, 17:17
da 77vale
Di che epoca e di che zona d'Italia parli?