Scrivere un libro sulla propria famiglia

Avete fatto un sito che sia pertinente con la Genealogia e alle ricerche familiari? Qui potete presentarlo, descrivendolo e commentandolo.

Moderatori: Staff, Collaboratori

Rispondi
Avatar utente
darioroat
Livello1
Livello1
Messaggi: 241
Iscritto il: domenica 8 maggio 2016, 19:33
Località: Trento Via Aosta 16
Contatta:

Scrivere un libro sulla propria famiglia

Messaggio da darioroat »

Gentile Forum,
assieme a mio figlio Enrico stiamo costruendo un sito sulla storia della mia famiglia. Ora avrei in mente di scrivere un libro. Ho provato a stampare quanto contenuto nel sito, ma ho capito che uno è un sito ed altra cosa è scrivere un libro. Vi sono argomenti da lasciare, altri da eliminare. In altri termini è un lavoro impegnativo. Chiedo se c'è qualcuno del Forum che ha scritto un libro sulla propria famiglia?
Avrei bisogno di conoscere le difficoltà incontrate, il costo sostenuto (penso di stamparne 500 copie) ed altri consigli sull'argomento.
Grazie
Dario Roat
Giorgio(1563)-Giorgio(1589)-Giacomo(1622)-Giacomo(1652)-Andrea(1703)-Giacomo(1731)-Antonio(1767)-Cristoforo(1804)-Daniele(1855)-Amerigo(1898)-Dario(1940)-Enrico(1970)

Colligite fragmenta ne quid pereat (Gv 6,12)

Tegani
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 782
Iscritto il: martedì 4 giugno 2013, 22:09
Contatta:

Messaggio da Tegani »

Io l'ho scritto quattro anni fa, ad uso e consumo dei miei familiari, quindi con una "tiratura" alquanto limitata (9 copie). Ho fatto un file Word senza grossi problemi, se non quello dell'albero genealogico completo allegato in fondo al libro, che occupava diverse pagine orientate diversamente dal resto: ho fatto perciò un file a parte, personalizzato per ogni parente, con la discendenza diretta in grassetto fino al proprio nome. Ho consegnato i due file in tipografia e mi hanno fatto le copie. Le ho fatte in bianco e nero per risparmiare.
Quanto al contenuto, ho cercato di essere discorsivo per non tediare i miei lettori, ma citando comunque tutte le informazioni trovate aggiungendo fatti di vita vissuta per le epoche più recenti, ricavate dalla memoria dei nostri vecchi, oltre a fotografie sia di persone che di qualche documento.
Adesso comunque dovrò rifare il libro perché in questi quattro anni sono inaspettatamente risalito di altri 200 anni in linea diretta, quindi aspetto anch'io di sentire altri suggerimenti per migliorare il lavoro!
Io 1975>Papà 1944>Nonno 1914>Giuseppe 1889>Pietro 1861>Antonio 1824>Lorenzo 1794>Antonio 1762>Giovanni 1720>Domenico 1679>Bartolomeo 1647>Domenico 1615>Bartolomeo 1583>Nicolò 1556>Bartolomeo 1495 ca>Nicolò 1470 ca>Polo 1440 ca>Nicolò 1410 ca

Avatar utente
Vincenzo50
Livello3
Livello3
Messaggi: 599
Iscritto il: domenica 27 aprile 2014, 9:05
Località: Rivarolo (TO)
Contatta:

Messaggio da Vincenzo50 »

Dario,

ho trovato un libro che racconta la storia di un ramo della mia famiglia se vuoi dare un'occhiata su come è stato impostato fammi sapere.

ciao

Vincenzo

Avatar utente
mimoalessandro
Livello1
Livello1
Messaggi: 148
Iscritto il: sabato 18 giugno 2016, 20:43
Località: München
Contatta:

Messaggio da mimoalessandro »

Questa di raccogliere tutte le informazioni, foto, documenti e riepilogarli in modo ragionato in un libro, è una cosa che voglio prima o poi fare anche io...

Al momento non ho molto tempo, ma ci riuscirò ;)

Non ho ancora bene idea di come organizzare la struttura, pensavo di dividerlo in quattro parti, corrispondenti ai gruppi familiari dei quattro nonni, aggiungendo le foto, i documenti anagrafici e la storia militare, calandola nel contesto temporale. Ma è una cosa che richiede moltissimo tempo...

Vincenzo, sarei interessato a vedere l'impostazione del libro, tipo l'indice, per farmene una idea. Magari ti mando un messaggio privato ;)
MIMO
Alessandro (1990) < Antonio (1959) < Iginio (1911) < Antonio (1885) < Angelo (1839) < Vincenzo (1808) < Pietro (1784) < Angelo (1752) < Lorenzo ... to be continued...

Avatar utente
darioroat
Livello1
Livello1
Messaggi: 241
Iscritto il: domenica 8 maggio 2016, 19:33
Località: Trento Via Aosta 16
Contatta:

Interesse libro ramo famiglia Vincenzo50

Messaggio da darioroat »

Vicenzo50,
sono interessato al libro che racconta un ramo della tua famiglia; se mi puoi indicare il titolo.
Grazie
Dario Roat
Giorgio(1563)-Giorgio(1589)-Giacomo(1622)-Giacomo(1652)-Andrea(1703)-Giacomo(1731)-Antonio(1767)-Cristoforo(1804)-Daniele(1855)-Amerigo(1898)-Dario(1940)-Enrico(1970)

Colligite fragmenta ne quid pereat (Gv 6,12)

Avatar utente
mb73bz
Livello1
Livello1
Messaggi: 179
Iscritto il: lunedì 11 novembre 2013, 23:40
Località: Bronzolo (BZ)
Contatta:

Messaggio da mb73bz »

Buona sera Dario,
Io lo sto scrivendo un poco alla volta,non ho fretta, e la mia impostazione è questa: un introduzione per spiegare perche ho voluto scrivere il libro. Poi ho spiegato che cosa è la genealogia, poi le varie fonti per una ricerca genealogica quindi ho parlato dei libri parrochiali. Ho parlato poi della storia del cognome e poi ho parlato della nascita del mio cognome e poi ho fatto la genealogia del cognome. Ho cominciato quindi a raccontare le origini della mia famiglia e descrivere i luoghi in cui vissero i miei antenati. Naturalmente inserirò tutti i documenti trovati con la loro traduzione. Ho deciso di dividere il libro parlando prima della genealogia del ramo principale e poi dei vari rami collaterali. Il mio libro è intitolato "Storia e genealogia della famiglia Brusinelli dal 1400 ai giorni nostri scritto da Marco Brusinelli da Bronzolo" Il sottotitolo è "Il viaggio di una famiglia attraverso i secoli"
Naturalmente però essendo ancora in fase iniziale, ho scritto solo una quarantina di pagine,è suscettibile di modifiche.
Marco

Maxgiam
Livello1
Livello1
Messaggi: 2
Iscritto il: domenica 2 giugno 2019, 16:01
Contatta:

Messaggio da Maxgiam »

Ciao
Qualcuno può suggerirmi una fonte di ispirazione su come strutturare il mio libro di famiglia?
Vorrei unire i risultati della mia ricerca alle foto, a i paesi nativi delle famiglie, alle medaglia di guerra... Insomma legare il tutto insieme.
Grazie spero nel vostro aiuto

Avatar utente
Vincenzo50
Livello3
Livello3
Messaggi: 599
Iscritto il: domenica 27 aprile 2014, 9:05
Località: Rivarolo (TO)
Contatta:

Messaggio da Vincenzo50 »

Max,
quanto ho scritto un po' sopra vale anche per te

ciao

Vincenzo

Maxgiam
Livello1
Livello1
Messaggi: 2
Iscritto il: domenica 2 giugno 2019, 16:01
Contatta:

Messaggio da Maxgiam »

Ciao Vincenzo, sarebbe perfetto per farmi un idea.
Come faccio a visionarlo?
Grazie

filigio
Livello1
Livello1
Messaggi: 85
Iscritto il: domenica 26 marzo 2017, 19:33
Contatta:

Messaggio da filigio »

Buongiorno a tutti, vi porto la mia esperienza (anche se ancora il mio è solo in bozza). La difficoltà che ho trovato nello scrivere il libro è stata quella di far capire con chiarezza, a colui che leggerà, tutti i vari legami di parentela. Premetto che la mia intenzione era di fare un qualcosa di narrativo. Quello che ho avuto in risposta dai parenti a cui l'ho fatto leggere è: "dopo un po' mi sono perso e non ho capito più niente (nonostante abbia correlato tutto con diagrammi ed immagini)." Al che ho optato per una drastica semplificazione: un bel albero genealogico nelle pagine iniziali e singole biografie per ogni antenato. Cosicché il lettore facendosi guidare dal diagramma va ha cercare lui la vita e le vicenda della persone che gli interessa. Di narrativa ho lasciato solo una veloce panoramica sul susseguirsi delle generazione, ma usando riferimenti a nomi solo in circostanze indispensabili. Ho chiaramente inserito foto di estratti di nascita, morte e documenti vari, ho messo anche riferimenti storici Italiani per meglio inquadrare il periodo di vita di ogni antenato e così via..

gianantonio_pisati
Esperto
Esperto
Messaggi: 2565
Iscritto il: venerdì 26 settembre 2008, 11:40
Località: Castelnuovo Bocca d'Adda (Lodi)
Contatta:

Messaggio da gianantonio_pisati »

Secondo me hai fatto la scelta migliore e più sensata, perché se lo si fa narrativo "stringato" è un susseguirsi di date ed eventi. Se lo si fa narrativo "lungo" è troppo facile cadere nel romanzato che è inutile, dannoso e fuorviante perché si inventano cose mai successe, anche se verosimili.
io 1983-G.Pietro 1955-Antonio 1920-Carlo Andrea 1886-Pietro 1850-Giulio 1812-G.Batta 1789-Francesco M. 1760-G.Batta 1717-Francesco M. 1692-G.Batta 1657-Carlo G. 1629-G.Batta 1591-G.Andrea 1565-Pietro-G.Francesco-Pietro di Bartolomeo Broffadelli e Rosa Pisati di Leonino-Bertolino-Leonino? (v. 1428)

Siropik
Livello2
Livello2
Messaggi: 380
Iscritto il: lunedì 27 marzo 2006, 16:06
Contatta:

Messaggio da Siropik »

Sì, ho scritto e pubblicato un libro che presenterò questa estate, nel paese d'origine della mia famiglia paterna.

Il rischio, a meno che non si tratti di famiglie che hanno espresso personalità di un certo spessore nel mondo della politica, dell'arte ecc., è quello di pubblicare una semplice sequenza di nomi, di luoghi e di date che non interessa praticamente a nessuno (talvolta neppure a chi porta lo stesso cognome oggetto della ricerca) e che, oltre ad annoiare, non è di alcuna utilità a livello storico.

Quindi, ti invito innanzitutto ad ampliare la ricerca anche al contesto in cui hanno vissuto i tuoi avi, descrivendo, il più versomilmente possibile, la loro vita e quella dei loro contemporanei. Basandoti sempre su dati certi e sottolineando chiaramente le ipotesi (anche quando sono verosimili) dai fatti storici, il mio suggerimento è quello di scrivere un libro in cui descrivere anche i luoghi, i tempi e gli avvenimenti principali di cui sono stati testimoni, attraverso il tempo, più o meno direttamente, i tuoi antenati.

Spero di leggere presto il risultato del tuo lavoro. Un saluto!

Roberto

p.s. attento a inserire foto coperte da copyright o immagini degli atti (di battesimo, di nascita) per la cui pubblicazione è sempre necessaria l'autorizzazione dell'Ente-Istituto che ne conserva gli originali.
Roberto 1979 - Remo 1942 - Nello 1901 - Rinaldo 1869 - Tommaso 1838 - Egidi0 1799 - Giovan Battista 1758 - Angelo Maria 1723 - Bernardino 1666 - Vincenzo 1629 - Bernardino 1585 c.a - Francesco 1555 c.a - Gasparre 1530 c.a. - Arminio 1495 c.a.

filigio
Livello1
Livello1
Messaggi: 85
Iscritto il: domenica 26 marzo 2017, 19:33
Contatta:

Messaggio da filigio »

Credo che solo pochissimi possono vantare di avere fra i propri antenati personaggi che hanno fatto la storia, ed è altrettanto vero che la ricerca su di un cognome non interessa a nessuno se non a chi la fa (spesso la curiosità dei parenti si limita ad una sola e veloce lettura). Quindi in definitiva chi fa queste cose le fa principalmente per se stesso, per una più approfondita consapevolezza di chi è e da dove viene. A me a dato una grandissima soddisfazione mettermi alla caccia dei miei antenati, riscoprire di volta in volta momenti della loro vita, non è la stessa cosa che leggere il libro, ma evidentemente non tutti abbiamo gli stessi interessi. Non sottovaluterei l'aspetto culturale di questa attività, se cultura vuol dire conoscenza quest'argomento ne fa parte a pieno titolo, poi personalmente non mi sono accontentato di riscoprire solo i nomi, ma sono andato alla ricerca di tutto ciò che gira intorno a ciascuno dei miei avi, dal contesto storico nazionale alle vicende locali, dal modo di vivere alle leggi che regolamentavano il loro lavoro, ecc. Il valore di scrivere un libro risiede nella volontà di non disperdere una conoscenza così faticosamente raggiunta (ed è cosa buona), nella speranza che in futuro, chissà quanto lontano, qualche nostro discendente apprezzi ciò che abbiamo fatto e col solo pensiero ci ricompensi delle nostre fatiche. Scusate, l'ho fatta lunga, mi son fatto prendere la mano.

Avatar utente
libero7
Livello1
Livello1
Messaggi: 68
Iscritto il: lunedì 31 luglio 2017, 17:48
Contatta:

Messaggio da libero7 »

Discussione molto interessante. Ho già dato un'occhiata al tuo sito, Dario Roat, e l'ho trovato fantastico. Tra l'altro, lo schema è abbastanza simile a quello del libro della Storia della mia Famiglia, che sto scrivendo da 3 anni, riprendendo (a distanza di tempo) il lavoro che lasciò in eredità mio padre. Durante questi anni si è creata "naturalmente" una rete di contatti (parenti e non solo) che mi piacerebbe tenere aggiornata sull'evoluzione delle ricerche. Io ho il "problema" opposto al tuo: ho un libro (anche se solo in perenne bozza), ma vorrei costruire un sito. Vorrei farlo perché la continua necessità di correggere o inserire nuovi argomenti è incompatibile con la formula "libro". Anche il sito presenta lo stesso problema, per questo pensavo ad un blog, che metta in evidenza una cronologia sintetica, e poi si sviluppi in articoli che, di volta in volta, pubblicherei, attingendo inizialmente ai capitoli del libro, e successivamente inserendo argomenti nuovi. Così si perde di vista l'unità dell'opera, ma credo che in questo modo tutto risulti più accattivante da leggere.

E' comunque un progetto ancora in gestazione, suscettibile di ripensamenti.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite